Mise The Simpson Movie in rete, condannato ventitrenne

Secondo la Fox, due ore dopo erano 3200 le persone che avevano scaricato il film, mentre dopo 3 giorni erano addirittura 110 mila

da , il

    simpson movie

    Grazie alla sua generosità molte persone hanno visto il film prima ancora che uscisse al cinema nei loro paesi, ma per avere diffuso “The Simpson Movie” in rete appena un’ora dopo essere stato al cinema (e averlo filmato con il suo cellulare) un australiano di 23 anni, Jose Duarte, dichiaratosi colpevole di aver distribuito materiale protetto da diritti d’autore e di possesso di un congegno per farlo, è stato condannato al pagamento di 600 dollari.

    Il giovane ha filmato con il suo cellulare la pellicola, e l’ha messa in rete un’ora dopo la fine dello spettacolo. Secondo il monitoraggio della 20th Century Fox (che ha intentato causa al giovane assieme alla Motion Picture Association and the Australian Federation Against Copyright Theft), due ore dopo erano 3200 le persone che avevano scaricato il film, mentre dopo 3 giorni erano addirittura 110 mila. L’avvocato del giovane, Ken Stewart, ha detto nel corso del processo che secondo lui “il giovane non aveva idea di cosa stia facendo”, ma il pubblico ministero Chuan Ng si è detto in disaccordo con Stewart , spiegando che Duarte prese “una deliberata e cosciente decisione di andare a vedere il film e filmarlo con telefonino”. Ng ha anche aggiunto che già il giovane aveva scaricato materiale da internet e che quindi quanto successo non era un incidente isolato: il giovane, come detto, è stato condannato al pagamento di 600 euro…non male per uno che ha probabilmente la gratitudine di molte persone (e che nonostante le accuse non ha impedito alla Fox di guadagnare tanti bei soldoni, stimati intorno ai 200 milioni di euro)!