Mischa Barton condannata a tre anni di libertà vigilata

Mischa Barton condannata a tre anni di libertà vigilata

l’attrice ha ottenuto la trasformazione della pena detentiva in una condanna a tre anni di libertà vigilata, oltre al pagamento di una multa di 1700 dollari e la frequentazione per tre mesi di un programma di riabilitazione per alcolisti

    mischa barton

    Altro che Paris Hilton: se lo scorso luglio c’era chi si scandalizzava per l’uscita di galera (e successivo rientro) della bionda ereditiera, di certo non mancherà chi griderà di nuovo al lupo per la libertà vigilita di Mischa Barton, visto che l’ex protagonista di OC non si farà neanche un secondo di galera.

    L’ex protagonista di O.C. era stata fermata dalla polizia di Los Angeles il 27 dicembre scorso mentre guidava a tutta velocità e pure senza patente, ed i successivi controlli avevano accertato un tasso alcolico nel sangue decisamente superiore a quello consentito; la Barton era stata detenuta per sette ore dalla polizia e poi liberata per una cauzione di 10.000 dollari, mentre nei giorni scorsi, apparsa davanti ad una corte di Beverly Hills, non ha negato di essersi messa alla guida mentre era ubriaca, ed in cambio della confessione (e grazie anche al fatto che non aveva la fedina penale sporca), l’attrice ha ottenuto la trasformazione della pena detentiva in una condanna a tre anni di libertà vigilata, oltre al pagamento di una multa di 1700 dollari e la frequentazione per tre mesi di un programma di riabilitazione per alcolisti; caduta anche l’imputazione per possesso di droga (la Barton aveva con sè della marijuana, ma il quantitativo è stato giudicato troppo modesto perchè vi fossero conseguenze penali), mentre l’accusa di guida pericolosa senza patente è stata trasformata in una semplice infrazione. Non che la Barton sembri intenzionata a rimanere “cattiva ragazza“: nei giorni successivi all’arresto l’attrice si era infatti detta “responsabile al 100% delle mie azioni” e “molto delusa di me stessa: Non so cosa dire a proposito, se non che non sono perfetta e che non intendo fare di nuovo una cosa così stupida”. Soddisfatto anche il legale della Barton, Anthony V. Salerno: “La mia cliente ha capito la serietà della situazione e si assume le responsabilità dell’accaduto.

    Entrambi siamo grati alla Corte e all’ufficio del Procuratore Distrettuale per la chiusura veloce e ‘rispettosa’ di questo caso”.

    418

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI