Milly Carlucci: “Sarà il giudice a valutare se Baila! e Ballando con le stelle sono uguali”

Milly Carlucci: “Sarà il giudice a valutare se Baila! e Ballando con le stelle sono uguali”

Milly Carlucci non cede ed è decisa ad andare avanti nella querelle con Baila!, il programma di Canale 5 ispirato - secondo lei - a Ballando con le Stelle

    Milly Carlucci vs Barbara DUrso per Baila

    Milly Carlucci è determinata a proseguire e ad andare fino in fondo alla personale battaglia intrapresa contro Baila!, il nuovo talent show danzante di Canale 5 che sarà condotto dal prossimo autunno da Barbara D’Urso. Come vi abbiamo già riportato la signora del sabato sera di Rai Uno è convinta che il nuovo programma Mediaset di Roberto Cenci sia una copia del suo Ballando con le stelle e per questo si è rivolta al tribunale. Dopo la replica di Cenci, che ha assicurato che i format sono differenti, ecco ora la controreplica della Carlucci affidata a Di Più: “Sarà il giudice a valutare se effettivamente Baila! è uguale a Ballando con le Stelle oppure no”.

    Non si smorzano le polemiche su Baila!, il talent show di Barbara D’Urso in programma per l’autunno su Canale 5 accusato di plagio da Milly Carlucci. Dopo le spiegazioni del regista Roberto Cenci in difesa del nuovo format danzante, arrivano nuove dichiarazioni della conduttrice di Ballando con le stelle che ha fatto ricorso in tribunale per dirimere la querelle.

    “Nei prossimi giorni il nostro legale incontrerà di fronte ad un giudice l’avvocato di Canale 5, che dovrà spiegare, carte alla mano, com’è Baila!, di che cosa tratta, quali sono insomma le sue caratteristiche.

    A quel punto il giudice dovrà valutare se effettivamente Baila! è uguale a Ballando con le Stelle oppure no” ha spiegato la Carlucci in una intervista a Di Più.

    Dalle pagine del settimanale la bionda presentatrice di Rai Uno ha fatto sapere anche che è pronta a sotterrare l’ascia di guerra nel caso in cui il giudice decida che i due programmi sono diversi, ma in caso contrario si dovranno prendere seri provvedimenti perché in Italia “il plagio è punibile per legge” e dunque si potrebbe arrivare anche “bloccare la messa in onda di Baila!”.

    In molti pensano che io voglia la guerra, ma non è così. Io non ce l’ho con nessuno. Né con la D’Urso, né con Cenci, e nemmeno con Canale 5 – ha continuato la Carlucci –. Quello che esigo è che vengano rispettate delle regole che esistono, ma che in tv non sono mai state applicate”. Anche perché ormai secondo il suo giudizio la televisione italiana “assomiglia sempre di più ad un calderone di programmi tutti ugualie visto che finora questa regola non è stata applicata, è contenta di essere la prima a rompere la tradizione e a dire “basta”. Come finirà?

    500

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI