Milan-Juve, Carlo Pellegatti insulta Antonio Conte in diretta e poi si scusa

Milan-Juve, Carlo Pellegatti insulta Antonio Conte in diretta e poi si scusa

Ancora polemiche dopo Milan - Juve, Pellegatti ha insultato Antonio Conte e Buffon viene rimproverato dal presidente dell'associazione arbitri

    carlo pellegatti


    Carlo Pellegatti è un mito per tutti i milanisti, ma questa volta il telecronista più amato dai tifosi rossoneri l’ha combinata grossa, al termine del contrastatissimo pareggio Milan-Juve ha insultato in diretta tv su Mediaset Premium l’allenatore bianconero Antonio Conte. Convinto di essere fuori onda, Pellegatti è noto per essere anche un giornalista milanista, ma pur sempre rispettoso delle altre tifoserie: ‘Atteggiamento che è venuto meno sabato nel corso della telecronaca di Milan-Juventus, quando ho usato parole sconvenienti e offensive, pensando di non essere in onda, ma questo non deve essere una attenuante‘.

    Sulla pagina di SportMediaset è apparsa una nota scritta dal giornalista 62enne. ‘Chiedo subito scusa alla Juventus, ad Antonio Conte e soprattutto ai tifosi juventini che si sono sentiti giustamente offesi. Capita di trovare una buca sulla strada della vita, io l’ho trovata un sabato di febbraio‘. Come spesso capita ai tifosi a fine partita, il giornalista si è lamentato per il risultato negativo e per l’atteggiamento troppo “di parte” del direttore di gara Tagliavento e anzi ha invitato l’allenatore della Juventus a ringraziarlo.

    Ecco la sua invettiva contro l’ex bianconero: ‘Ha ancora qualcosa da dire Conte? Conte è senza vergogna. Conte è senza vergogna e va protestare. Conte è senza vergogna…. e ancora Chiellini protagonista, ancora la provocazione! Senza vergogna la Juventus! E’ senza vergogna! Conte è malato mentale! Vai e vai negli spogliatoi stasera, c***o rompi i c******i stasera!?! Stasera muto e vai negli spogliatoi! Guarda che roba, guarda che roba! Guarda! Guarda! Colpa di quel testa di c***o!‘. Ecco il video:

    Il mea culpa di Carlo Pellegatti si è poi ripetuto in Controcampo e ha diviso – come era prevedibile – le due tifoserie.

    La partita di sabato è ancora un tema che fa discutere soprattutto dopo le dichiarazioni di Gigi Buffon a fine partita sul gol fantasma del Milan (‘Non ho visto se la palla è entrata, ma non avrei aiutato l’arbitro) ‘. Il capitano bianconero e della Nazionale è stato fortemente criticato dal presidente dell’Associazione italiana arbitri Marcello Nicchi: ‘Sono rimasto deluso da Buffon, [...] ha detto cose che si poteva risparmiare e non è un esempio per i giovani. Ognuno è libero di pensare quello che vuole ma a esternarlo ci vuole un po’ di cautela visto che i giovani devono prendere esempio dai campioni. Il calcio sta rischiando molto, si vedono cose non gratificanti’. Quanto a Buffon non ha intenzione di tornare sulla sua affermazione e neanche la critica del presidente della Uefa Michel Platini gli ha fatto cambiare idea.

    503