Mike Bongiorno torna in tv. E scoppia il giallo sul testamento.

Mike Bongiorno torna in tv. E scoppia il giallo sul testamento.

Scoppia un giallo sul testamento di Mike Bongiorno

    Mike Bongiorno avrebbe compiuto oggi 87 anni e in occasione del suo compleanno si moltiplicano le iniziative commemorative e di beneficenza nel nome del Re del Quiz. Stasera Fiorello conduce Allegria!, show benefico voluto dalla famiglia Bongiorno e dallo showman siciliano, grande amico di Mike. Tra due giorni, invece, debutta su SkyUno Buon Lavoro!, format ideato dalla Fondazione che porta il suo nome e realizzato dalla sua casa di produzione, la Bongiorno Productions, che trasforma la ricerca di un lavoro qualificato in una forma di intrattenimento. In cantiere su Rai e Mediaset la riproposizione di alcuni programmi di successo, come Rischiatutto e La Ruota della Fortuna. Intanto, però, si addensano nuove ombre sul ‘dopo-Mike’: La Vita in Diretta (in alto il video) parla di un giallo sul suo testamento.

    Partiamo dalle dolenti note: sono trascorsi quasi sei mesi dal furto della bara di Mike Bongiorno dal piccolo cimitero di Dagnente e ancora non si ha nessuna notizia della salma né di un riscatto. A tormentare ulteriormente la famiglia anche un giallo sul suo testamento. Il 16 settembre del 2009, otto giorni dopo la morte di Mike, il commercialista Livio Strazzera, amico del Re del Quiz, aveva incontrato la vedova Daniela Zuccoli per informarla di possedere un testamento di Mike, da lui ricevuto circa un anno e mezzo prima. Una notizia che colse di sorpresa la vedova, a conoscenza, infatti, che un testamento era già stato consegnato il 28 settembre del 2008 al notaio Iannello di Milano. I due documenti, a detta del commercialista e della moglie di Mike, differirebbero per un dettaglio sostanziale: nel testamento consegnato da Mike al notaio milanese il 51% dei suoi beni sarebbe andato alla moglie e il restante 49% ai tre figli; in quello in possesso dell’amico commercialista i beni sarebbero stati ripartiti al 50% tra moglie e figli.

    Fin qui nulla di inconciliabile con un accordo tra familiari: ma a rendere il tutto ancor più misterioso ci pensa un furto a casa Strazzera proprio la sera dell’incontro del commercialista con la vedova di Mike. I ladri riescono addirittura a portar via la cassaforte nella quale era custodito il testamento di Bongiorno. Casualità? Coincidenze? O il tutto ha a che fare con la sparizione del corpo di Mike?

    Ma se la salma di Mike Bongiorno è ostaggio di qualche spietato delinquente, il suo spirito continua a vivere e non solo nei cuori dei familiari. Mike tornerà ad essere massicciamente presente nei palinsesti tv grazie a una serie di iniziative promosse in primis dalla Fondazione a lui intitolata e dalle tv che hanno avuto il privilegio di averlo in scuderia.

    Come dicevamo, stasera Fiorello festeggia l’87° compleanno di Mike con Allegria!, show benefico a favore del Nuovo Centro di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale San Raffaele in scena al Teatro della Luna di Assago (Milano).
    Il 28 maggio, invece, parte su SkyUno un vero e proprio format tv nel nome di Mike: si intitola Buon Lavoro! e intende aiutare i giovani a trovare un’occupazione. Otto puntate, a cadenza mensile, condotte dal secondogenito di Mike, Nicolò: in ogni puntata si affronterà un diverso settore professionale, dalla moda alla comunicazione, dalla cucina all’infanzia, dai viaggi all’ambiente; un testimonial celebre racconterà la propria esperienza e darà consigli ai giovani in cerca di lavoro, che si presenteranno con dei videocurricula.

    Ma prossimamente Mike tornerà anche in Rai e a Mediaset: per la Tv di Stato è allo studio una versione ‘aggiornata’ di Rischiatutto (ricordiamo che stava lavorando a una riedizione per Sky proprio prima di morire), in onda a dicembre 2011 durante l’annuale maratona di Telethon; Canale 5, invece, proporrà una versione speciale de La Ruota della Fortuna, condotta da Gerry Scotti, per raccogliere fondi a sostegno di progetti benefici.

    Mike ha sempre aiutato tutti, dai bambini agli anziani” dice con affetto la moglie annunciando questi nuovi progetti tv: noi siamo lieti che Rai, Mediaset e Sky, le tre famiglie tv di Bongiorno, non l’abbiano dimenticato. Il pubblico lo ama ancora e non lo dimenticherà mai.

    737