Mike Bongiorno, la salma sarà cremata

Mike Bongiorno, la salma sarà cremata

Mike Bongiorno sarà cremato e riportato nel cimitero di Dagnente: lo ha deciso la moglie del Re del Quiz

    Famiglia Bongiorno ai funerali di Mike

    Riconosciute le spoglie mortali di Mike Bongiorno, ritrovate due giorni fa in un fossato di Vuittone, la moglie e i figli hanno ora deciso di cremare i resti del Re del Quiz. Una decisione presa sia per rispettare quelle che erano, in realtà, le ultime volontà di Mike sia per evitare in futuro nuovi trafugamenti. Intanto emergono dettagli sul ‘fortuito’ ritrovamento della bara e della salma di Mike: la zona in cui è stata rinvenuta non è lontata dall’abitazione di uno degli sciacalli fermati tempo fa dagli inquirenti di Verbania che indagano sul furto e si conferma l’ipotesi che la salma sia stata depositata nei pressi del fossato poco prima dei ritrovamento, in un luogo particolarmente frequentato perché fosse individuata in fretta.

    Mike sarà riportato a Dagnente nella cappella privata per la benedizione da parte del sacerdote del paese, ma voglio cremare il suo corpo per proteggerlo: questa la dichiarazione fatta da Daniela Bongiorno in un’intervista a Repubblica pubblicata oggi. E’ un’idea che ho appena comunicato ai miei figli – ha aggiunto la moglie di Mike - e i ragazzi sono d’accordo, quindi avvieremo la procedura per la cremazione.

    Immagino che Mike vorrebbe forse che le sue ceneri venissero disperse sul Cervino, ma temo che la religione e le leggi attuali non lo permettano.

    Dopo il riconscimento ufficiale della salma di Mike, la cui bara fortunatamente risulta ancora sigillata, ora la famiglia Bongiorno fa quadrato intorno al proprio caro, strappato per quasi un anno anche alla consolazione di un ‘eterno riposo’ nella cappella privata di un piccolo cimitero di provincia, preferito dalla famiglia al Famelio, solenne cimitero monumentale riservato ai milanesi illustri proposto dall’ex sindaco meneghino Letizia Moratti nei giorni della scomparsa del Re del Quiz.

    Intanto emergono ulteriori dettagli sul ritrovamento della salma di Mike, dovuto a un signore a passeggio con il suo cane: casualità su cui contava chi ha deciso di lasciare la bara di Bongiorno in un posto solitamente frequentato dagli abitanti della zona, vista anche la vicinanza con un santuario noto nel milanese. Ora non resta che trovare i colpevoli del sacrilego furto, mentre sul mercato delle onoranze funebri spunta ‘Mike, la bara antifurto’: beh, il cattivo gusto non muore mai.

    426

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàMike Bongiorno