Microsoft si lancia nella produzione di serie tv?

Microsoft si lancia nella produzione di serie tv?

Microsoft si lancia nel settore dell'intrattenimento seriale e originale: la compagnia di Bill Gates sta cercando un executive per la sua nuova sezione 'scripted show'

da in Intrattenimento, Serie Tv, Serie TV Americane, Web
Ultimo aggiornamento:

    Logo Microsoft

    Microsoft si dedicherà a breve al business della produzione di show seriali, secondo quanto riportato da Deadline, il gigante dell’informatica sta cercando un executives d’esperienza che si occupi del settore scripted (ossia quello di prodotti con sceneggiature, e non senza copione come – in teoria – i reality), in cui la compagnia di Bill Gates si è già impegnata negli anni passati, impegno che oggi vede un ‘revival’ anche grazie ai giochi per Xbox, che spesso hanno una sceneggiatura vera e propria e non si limitano al puro giocare.

    Dopo l’esperimento Cinemash, una digital comedy online creata da Zune, il servizio di musica e intrattenimento online di Microsoft, insieme a Mean, una rivista del settore cinematografico (la serie, in puntate di pochi minuti, spesso con la presenza di attori celebri, parodiava scene famose di film famosi), la compagnia di Bill Gates ha deciso di dedicarsi all’intrattenimento seriale, assumendo un ‘cacciatore di teste’ che trovi un executives per la nuova sezione intrattenimento televisivo della rete.

    Non è chiaro se Microsoft – che recentemente ha voluto tentare la serialità anche per i giochi della XBox – si limiterà a produrre serie tv per i canali broadcast o via cavo, o se, come YouTube, offrirà intrattenimento autoprodotto: nei giorni scorsi, lo ricordiamo, è emerso che a breve il celebre portale video lancerà 100 canali che garantiranno 25 ore al giorno di contenuti, prodotti per il tubo (e quindi non pensati per altri e poi riversati sul tubo) da Warner Music Group, Hearst Magazines, The Wall Street Journal, IGN Entertainment o Lionsgate.

    Dopo un decennio, insomma, l’intrattenimento originale è la nuova frontiera dei giganti dell’informatica e del web: ricordiamo che solo pochi mesi fa Prospect Park ha tentato il salvataggio di One Life To Live e All My Children (miseramente falliti per motivi economici e di tempo), mentre Netflix (azienda passata dalla spedizione di dvd al servizio streaming di film e serie tv) si è gettata nel settore contenuti originali con il drama House Of Cards, la comedy Orange Is The New Black scritta da Jenji Kohan e la miniserie in 10 episodi che farà da ponte tra la serie tv Arrested Development e il film tratto dallo show FOX.

    432

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntrattenimentoSerie TvSerie TV AmericaneWeb