Michelle Hunziker: ricatto sessuale da giovane

Michelle Hunziker: ricatto sessuale da giovane

Michelle Hunziker rivela di aver subito ricatti sessuali dal talent scout Rody Mirri, al centro di un'inchiesta di Striscia La Notizia

    Confessione choc di Michelle Hunziker: a 17 anni ha subito molestie e ricatti sessuali dal talent scout Rody Mirri, tra i più ‘celebrati’ del panorama italiano e che in questi giorni è al centro di un’inchiesta di Striscia La Notizia. “Se vuoi continuare a lavorare con me, tu devi venire a letto con me“: questa la laida proposta che Mirri fece a una Hunziker ancora minorenne e appena ‘reduce’ dal successo della campagna pubblicitaria della Roberta, in cui campeggiava il suo perfetto fondoschiena. “Mi fece un vero e proprio ricatto – racconta ancora Michelle – Ovviamente non ci sono andata a letto con lui e ci provò per tanto tempo a ricattarmi anche davanti a lavori che mi ingolosivano moltissimo“.

    Molestie e ricatti sessuali restano un must per chi vuole far carriera nello show-biz: ma non serve piegarsi alle voglie di produttori, registi e talent scout per sfondare, come dimostrano le tante storie di chi ce l’ha fatta perché ha la stoffa, come ha dimostrato nella sua lunga e versatile carriera Michelle Hunziker, arrivata in Italia come modella e poi come ‘giovanissima’ moglie di Eros Ramazzotti, ma che poi ha fatto subito capire al pubblico italiano i suoi mille talenti.

    Nel suo passato una brutta storia che l’ha vista oggetto delle attenzioni sessuali di Rody Mirri, per un periodo suo agente e ultimemente al centro di una ‘inchiesta’ di Striscia la Notizia intitolata Il Furbetto del Quartierone. Lo ha raccontato la stessa Hunziker a Max Laudadio, inviato di Striscia: “Purtroppo conosco Rody Mirri. È un incubo. Facevo la modella e avevo 17 anni. Quando feci la pubblicità della ‘Roberta’, che fece un bel po’ di clamore, mi propose di lavorare con lui.

    All’epoca aveva una quarantina d’anni. Lui diceva di essere un grande produttore, sapeva parlare molto bene e mi disse: ‘Ti farò diventare famosissima’“.

    Ovviamente non sono andata a letto con lui” ha detto Michelle, che anche per difendere le donne da questi ricatti ha fondato con l’amica e avvocato Giulia Buongiorno l’associazione Doppia Difesa, che ha condotto la vittoriosa battaglia per l’introduzione del reato di stalking nel codice italiano. “Non è andando a letto con le persone che si fa questo lavoro“: questo l’appello lanciato da Michelle alle giovanissime attratte dalle luci dello showbiz. Speriamo davvero che venga ascoltato da tutte e che si moltiplichino le denunce.

    432

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI