Michele Santoro: “Informazione Rai in mano a lobby”

Michele Santoro lancia bordate ai vertici dell'informazione Rai: "Sono una lobby"

da , il

    Continua la tensione tra la Rai e Michele Santoro, che non perde occasione per ricordare alla stampa lo stallo intorno ad Annozero, ancora in attesa di conferma per la prossima stagione tv. L’ultima bordata ai vertici Rai e a Viale Mazzini arriva da Santa Margherita Ligure, dove venerdì sera si è tenuto il Premio Internazionale di Giornalismo: Santoro, ospite dell’evento, non ha esitato a lanciare una nuova accusa che investe i ‘capi’ dell’informazione della Tv di Stato. In difesa della Rai è accorso Vittorio Feltri. In altro un estratto del suo intervento.

    “Se nel passato ai vertici dell’informazione pubblica c’erano comunque persone di grande spessore, con radici profonde nel cattolicesimo o nel comunismo, oggi ai vertici ci sono gli amici dei potenti, i membri di una lobby“: così Michele Santoro nella serata del Premio Internazionale di Giornalismo. Una nuova occasione per attirare l’attenzione sulla lunga e contorta vicenda che riguarda il suo rapporto con la Rai. Come ricorderete il CdA ha accolto la proposta di una sua ‘uscita’ dai quadri Rai per una collaborazione esterna, ma poi sull’accordo messo a punto dalle parti non è mai stata apposta la decisiva firma del giornalista, che ha piuttosto richiesto una presa di posizione della politica e della Tv di Stato circa la sua permanenza nell’organico Rai, con conseguente conferma del suo Annozero nei palinsesti di RaiDue.

    Ma né la politica Nè i vertici Rai hanno finora accolto il suo invito, e il destino della trasmissione e del suo conduttore sono ancora incerti, nonostante sia già avvenuta da una decina di giorni la presentazione ufficiale dei palinsesti Rai per l’Autunno 2010.

    La tensione sale, il tempo stringe e al momento la situazione è ferma: staremo a vedere.

    Di seguito altri estratti dell’incontro di Santa Margherita Ligure.