Michele Bravi al Festival di Sanremo 2017 con la cover ‘La stagione dell’amore’ di Franco Battiato

Il vincitore di X Factor 2013 sbarca tra i Big della kermesse e reinterpreta il brano nella serata di giovedì 9 febbraio 2017

da , il

    Michele Bravi porterà al Festival di Sanremo 2017 la cover di ‘La stagione dell’amore‘ di Franco Battiato, nel corso della terza serata della kermesse, giovedì 9 febbraio 2017. In gara nella sezione Big del Festival, Bravi parteciperà alla consueta sfida delle cover, nella quale tutti i cantanti tenteranno di dare nuova vita e brani eccelsi della storia musicale italiana. Al vincitore di X Factor 2013 è stata assegnata una delle canzoni più belle di Battiato e renderla interessante con il proprio stile personale non sarà un’impresa facile.

    La cover portata da Michele Bravi al Festival di Sanremo 2017 è contenuta nel disco ‘Orizzonti perduti’ del 1983. In ‘La stagione dell’amoreFranco Battiato crea una riflessione sentimentale senza tempo, suggestiva e intensa, che verrà riproposta sul palco del Teatro Ariston ad opera di Bravi. La giovane età del cantante si scontrerà con la complessa maturità di Battiato, rendendo la competizione nella serata di giovedì 9 febbraio 2017 più agguerrita che mai.

    MICHELE BRAVI SI CONFESSA: ‘MI SONO INNAMORATO DI UN RAGAZZO’

    Michele Bravi è parte della nuova generazione di cantanti italiani che nasce direttamente in seno ai talent show. Non ha gavetta alle spalle, ma solo passione e materia grezza, che viene affinata nell’arco dei pochi mesi di lavoro in tv. Nel caso di Bravi, il trampolino è stato quello di X Factor 2013. Ancora in gara, venne notato da Tiziano Ferro, che scrisse per lui il brano con il quale trionfò poi in finale, ‘La vita e la felicità’. Il brano andò subito dopo la vittoria nell’ep omonimo d’esordio, insieme ad alcune cover cantate nel corso del programma. Nel 2014 un altro grande autore sceglie Michele per interpretare un suo pezzo, che era la colonna sonora del film di Carlo Verdone ‘Sotto una buona stella’, scritta da Federico Zampaglione, voce dei Tiromancino.

    Sempre nel 2014, Michele Bravi pubblica un singolo e, a breve distanza, il suo primo album. ‘A piccoli passi’ è una raccolta di 11 brani, un catalogo di nomi illustri in veste autoriale – tra i molti ci sono Giorgia, Luca Carboni e Tiziano Ferro – che conferma la tendenza di Bravi a farsi quasi esclusivamente interprete. Una netta sterzata viene data nel 2015 con il secondo disco, ‘I Hate Music’. Questa volta il cantante scrive di proprio pugno i testi e lo fa in inglese, portando un po’ di brio in una carriera altrimenti fin troppo televisivamente tipica. Al Festival di Sanremo 2017, Michele porta il brano ‘Il diario degli errori’, mentre nella serata cover sarà impegnato con ‘La stagione dell’amoreFranco Battiato.