Mia Ceran a Millennium su Rai Tre tenta la scalata alla vetta di Ballarò

Millennium: Ballarò ha un alterego al martedì, il trio al femminile guidato su Rai3 da Mia Ceran

da , il

    The Show Must go on. Mia Ceran condurrà Millennium su Rai Tre. Floris passa a La7 e Rai Tre si dà subito da fare. Mia Ceran condurrà da stasera 15 luglio 2014 un nuovo talk show per il Servizio pubblico: si va alla ricerca di possibili alterego e future conduzioni per il martedì sera della nuova stagione televisiva di Rai3. Andrea Vianello per e da stasera propone un trio tutto al femminile: Mia Ceran, Marianna Aprile ed Elisabetta Margonari.

    La scommessa si fa grande, il rischio è che ci si scotti: sette puntate d’estate – per ora – un trio tutto al femminile alla conduzione, una sola impresa; trovare la chiave giusta e linguaggi per così dire non troppo autunnali per raccontare chi in Italia le redini e il timone l’ha perso da tempo. E dietro ciò, nessuno esclude che si nascondano – quasi a carte scoperte – prove tecniche di trasmissione per il martedì della nuova stagione televisiva Rai.

    Libero di oggi chiama sexy giornaliste le conduttrici Mia Ceran, Marianna Aprile ed Elisabetta Margonari: una sorta di tre paladine di Rai3, un po’ renziane – dice il giornale di Belpietro – perché pronte a ‘garantire all’attuale governo la massima visibilità’. In un video si nota una certa preoccupazione per il debutto, ma anche un sostanziale feeling tra le tre. Hanno deciso di chiedere aiuto ad una madrina d’eccellenza: Franca Leosini che da anni racconta sulla stessa rete le sue Storie Maledette.

    Il meccanismo e gli ospiti di stasera promettono bene. Si parte da un’intervista delle tre conduttrici ad un personaggio, un politico, un volto del momento. Si chiamerà In3vista, cercherà di scardinare luoghi comuni e retorica politica, mentre d’altro canto – a La7 – Salvo Sottile ha sete di essere In Onda. Elisabetta Margonari racconterà da un set il Paese dei luoghi, mentre Mia Ceran e Marianna Aprile ‘apriranno le danze’ da studio anche con un ospite particolare: il ‘cattivo’ di turno: che sia un giornalista, un economista, un imprenditore basta che sia in grado di mettere con le spalle al muro l’Italia impantanata nel presente.

    L’apertura social del resto è presente in ormai qualsivoglia show d’informazione o d’intrattenimento. Oltre ai social network, l’idea del sondaggio (realizzato in collaborazione con IXE) rimanda tout court alle rilevazioni di Nando Pagnoncelli a Ballarò. I risultati verranno resi noti a fine puntata in tempo reale. Saranno statisticamente rappresentativi e i telespettatori, che saranno l’unico campione considerato, saranno chiamati ad esprimere un parere su un tema di stretta attualità politica.

    Le conduttrici presenteranno all’inizio di ogni puntata l’argomento e Ixè elaborerà il flusso di dati, trasformandoli in risultati di un sondaggio. Percentuali che poi saranno proposte, commentate e analizzate in diretta dagli ospiti. Un’ulteriore novità del programma sarà costituita dalla community: iscrivendosi al sondaggio live di Millennium chi risponderà alle domande riceverà, dopo qualche giorno, il report con i risultati completi.

    Troppe analogie con Ballarò ma risultati diversi? Ma – forse – abbiamo una nuova conduttrice tv, giornalista giovanissima pronta a mettersi in gioco, a differenza di tanti magnati da scrivania e notte fonda.