Mentana, Vespa, Lerner e anche Santoro su RaiDue per Matador

da , il

    matador_raidue

    Quattro puntate per raccontare quattro ‘toreri’ dell’informazione tv italiana per Matador, nuovo programma ideato da Simona Ercolani in onda da stasera, martedì 28 febbraio, alle 23.40 su RaiDue. Si parte con Enrico Mentana, per continuare con Bruno Vespa, Gad Lerner e (udite udite) Michele Santoro. RaiDue proprio non ce la fa a fare a meno di lui?

    Simona Ercolani torna nella scia di Sfide, uno dei migliori programmi che la nostra tv abbia sfornato negli 15 anni, per raccontare la ‘biografia’ non autorizzata di quattro pilastri della nostra informazione, vista dal ‘dietro le quinte’ della loro carriera professionale. Un viaggio non solo nella storia di ciascuno dei protagonisti, ma un percorso – ogni volta diverso – per ripercorrere la nostra storia recente attraverso le inchieste, le trasmissioni, le notizie che i ‘quattro cavalieri’ del talk contemporaneo hanno presentato al pubblico, dai lontani esordi da anchormen dei tg nazionali alle più recenti arene/salotti nei quali riflettono sui temi caldi della politica e dell’economia italiana.

    Si parte da Enrico Mentana, noto agli ‘amici’ come ‘Chicco Mitraglia’: con immagini di repertorio e interviste ai colleghi, dirigenti, personaggi che ne hanno accompagnato e segnato la carriera, si ripassano 30 anni di vicende italiane e di storia del giornalismo. Dall’attività politica giovanile all’ingresso al Tg1, dalla fondazione del Tg5 alla conquista del talk di seconda serata con Matrix, vero competitor (fino alla sua gestione) della Terza Camera del Parlamento, Porta a Porta. Quindi la burrascosa rottura con Mediaset e il fortunato passaggio a La7, che ha visto moltiplicarsi gli ascolti del suo Tg nell’anno e mezzo di gestione Mentana.

    A raccontare il Mitraglia troviamo, tra gli altri, Achille Occhetto che tornerà al primo confronto tv pre-elettorale tra il segretario del PDS e il neofita Silvio Berlusconi (era il 1994, 15 anni più tardi sarebbero spariti per decisione della politica); Giuseppe Soffiantini, sequestrato dall’Anonima sarda che cercò proprio nell’allora direttore del Tg5 un ‘mediatore’; Giorgio Gori, giovanissimo direttore di Canale 5 nei primi anni ’90, che tenne a battesimo il TG dell’Ammiraglia Mediaset; Giovanni Stella, ad di TIMedia che svela qualche retroscena dell’approdo (non semplice) di Mentana al Tg La7. E ancora i commenti e le opinioni di Ferruccio De Bortoli, Ezio Mauro, Clemente Mimun, Vincenzo Mollica, Cristina Parodi, Massimo Corcione, Alessandro Banfi, Gaia Tortora e Filippo Facci.

    Un parterre decisamente trasversale per raccontare una carriera altrettanto ‘trasversale’, partita in Rai, culminata a Mediaset e ora foriera di nuove soddisfazioni a La7. In attesa di un capitolo Sky godiamoci questa prima puntata di Matador, che proseguirà nei prossimi martedì con Bruno Vespa, Gad Lerner e Michele Santoro. E l’ultima sarà non poco interessante.