Meno male che c’è RaiTre! Il palinsesto autunnale e altre news estive.

Meno male che c’è RaiTre! Il palinsesto autunnale e altre news estive.

palinsesto autunnale raitre e novità estive

    La nostra tv generalista sonnecchia, come ogni estate, al caldo di qualche film in bianco&nero, di repliche di fiction di successo della passata stagione( I Cesaroni, Assunta Spina, …) e di qualche spettacolo sbiadito di mezza estate (Dal Lago di Garda Stasera mi butto, Miss Italia nel mondo, …)
    Qualche notizia che faccia ben sperare per il prossimo autunno arriva da Cannes, e in particolare riguardo al palinsesto di RaiTre.

    Le novità più interessanti riguardano il canale culturale di viale Mazzini che avrà come new entry più importante lo scrittore Roberto Saviano, che farà da introduzione a sei film-documentario che affronteranno temi diversi come la guerra in Iraq, la cocaina e la corruzione.
    Il 13 agosto vedremo in seconda serata il nuovo ciclo di “Doc 3″, sette puntate con un presentatore insolito, Fabio Volo.
    Una rassegna di documentari che nasce dalla selezione di prestigiosi filmati scelti tra quelli prodotti da grandi societa’ italiane ed estere e da coraggiosi produttori indipendenti, che si sono distinti con premi e menzioni speciali in Festival di rilevanza internazionale, che sono stati proiettati nelle sale cinematografiche di molti Paesi europei.
    Confermato ‘Che tempo che fa’ condotto da Fabio Fazio nel cui cast fisso entrerà Antonio Albanese, come ospite fisso ogni sabato. Il miglior Albanese televisivo lo ricordiamo tutti insieme alla Gialappa’s, e personaggi come Alex Drastico, sono a dir poco indimenticabili!
    Ultima segnalazione degna di nota è quella de “W l’Italia diretta”, la nuova trasmissione di Riccardo Iacona in onda il martedì alle 21:05, nello spazio ereditato da “Ballarò” di Giovanni Floris. Il giornalista di W gli sposi, W il mercato, W la ricerca, ha poi creato la serie W L’Italia e a marzo 2007 Pane e politica, viaggio dalla Calabria a Roma per raccontare la politica italiana, le sue storture e i suoi ingranaggi.

    W l’Italia diretta partirà da Trieste, dalla Fincantieri, lustro industriale italiano. Non ci sarà studio nè dibattito ma saranno 12 puntate itineranti incentrate ciascuna su luoghi in cui normalmente le dirette televisive invernali non arrivano, per raccontare cose del paese che funzionano.
    Ci sarà uno stretto collegamento con il Tg3 e il rapido mutare del programma in approfondimento su importanti fatti di attualita. Dopo Trieste il programma si sposterà tra l’altro a Pisa, Napoli, Locri, Gela.
    Meno male che c’è RaiTre!

    560

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE