Melissa P. il film più brutto del terzo millennio

Melissa P. il film più brutto del terzo millennio

Probabilmente la vera Melissa P

    Probabilmente la vera Melissa P. aveva già fiutato l’aria che tirava quando, dopo aver ceduto i diritti a Francesca Neri aveva “scomunicato” la sceneggiatura della pellicola (scritta dal regista Luca Guadagnino insieme a Barbara Alberti e Cristina Farina), considerandola un “tradimento” della sua opera. Ma adesso arriva la conferma: il 31% dei navigatori sul sito cinemotoreonline.net ha decretato che la pellicola interpretata da Maria Valverde è il film più brutto del terzo millennio.

    Al secondo posto con il 24% delle “preferenze” si piazza “Olé”, cinepanettone di Carlo Vanzina, noto più per essere la prima pellicola natalizia in cui Massimo Boldi torna a recitare senza Christian De Sica (anche se visto il floppone non è escluso un ritorno alle origini) che per altri motivi. Ultimo posto sul podio anche per una ‘creatura’ di Maria De Filippi: Kleidi Kadiu e il suo film di debutto, “Passo a due” sono stati stroncati dal 16% dei votanti. Quarto posto per “The Clan”, film risalente al 2005 di e con Christian De Sica (assieme a Paolo Conticini, Sebastien Torkia, Andrea Osvart) e “Mare Nero”, film drammatico di Roberta Torre, con Luigi Lo Cascio e Anna Mouglalis.

    E anche se è ancora troppo presto per dichiarare Melissa P. film più brutto del terzo millennio, chissà se i cineinternauti hanno mai visto “Troppo Belli” con Costantino Vitagliano e Daniele Interrante…

    277