Medicina 33, Luciano Onder via da Rai Due: Laura Berti nuova conduttrice

Medicina 33, Luciano Onder via da Rai Due: Laura Berti nuova conduttrice

Luciano Onder non sarà più a Medicina 33: licenziato da Rai 2, arriva Laura Berti nuova conduttrice

    Laura Berti

    Medicina 33, Luciano Onder via da Rai Due, ma ecco la novità: è Laura Berti la nuova conduttrice dell’appendice del Tg2 che parla di salute. Il debutto ieri pomeriggio: tutto è sembrato più naturale e semplice del previsto, anche grazie ad un nuovo studio e ad una grafica rinnovata. Laura Berti condurrà Medicina 33 al posto di Luciano Onder, è lei la soluzione interna scelta dal tg2 per sostituire lo storico conduttore.

    Come vedeteha detto Laura Berti in ondaquesta è la prima puntata senza Luciano Onder. Permetteteci di salutarlo con affetto per aver permesso la realizzazione di questa rubrica che da tanti anni è il fiore all’occhiello del Tg2 e un pilastro del servizio pubblico. Diciamo che noi raccogliamo quest’eredità, sappiamo che è una grossa responsabilità, cercheremo di mantenere qualità e interesse, ce la metteremo davvero tutta“.

    Laura Berti, benvenuta nello spietato mondo delle conduzioni tv.

    Articolo aggiornato da Raffaele Di Santo il 23 settembre 2014

    Luciano Onder dice addio a Rai 2

    Luciano Onder

    Non si tratta di ipocondrie o di allucinazioni: per Medicina 33 è una triste realtà. Lo storico conduttore Luciano Onder licenziato in tronco da Rai Due. A ‘firmare’ l’epilogo è Luigi Gubitosi, che ha mandato a casa il presentatore televisivo perché ormai raggiunti i limiti d’età (71 anni). L’appendice di salute e benessere, subito dopo il Tg2 del giorno, non avrà più al timone Luciano Onder, già in passato licenziato e in pensione dal 2008, per poi essere reintegrato con un contratto di 500 euro al mese giustificato come consulente per l’azienda.

    Non tutti i telespettatori, però, hanno apprezzato la notizia del licenziamento. Per diversi motivi: pare, infatti, che al posto del noto personaggio tv, nonché giornalista e tra i primi divulgatori medico-scientifici italiani, arriverebbe presto un sostituto che tutto farebbe fuorché prendere meno soldi di chi l’ha preceduto. Si vocifera di un nuovo contratto anti-spending review da circa 400.000 euro annui.

    D’altro canto, spiega il direttore generale Luigi Guibitosi a il CorSera di oggi, è stato necessario far valere la norma che prevede che gli ex dipendenti Rai non possono avere contratti di collaborazione con la tv di Stato, e così il contratto in scadenza di Luciano Onder non è stato rinnovato. L’ultima apparizione del giornalista cadrà infatti nel giorno del prossimo 21 settembre.

    Per alcuni uno schiaffo alla tv di qualità, perché Medicina 33 è percepita dai telespettatori come uno dei programmi più importanti nel panorama dell’informazione e della divulgazione scientifica, che arriva nelle case degli Italiani, al pari di Piero Angela con SuperQuark. La pensa così anche Onder, che oggi sulle pagine del CorSera ammette:

    All’epoca c’era solo Check-up ideato da Biagio Agnes.

    Medicina 33 è sempre stata una trasmissione senza sensazionalismo, rigorosa, anche didascalica a volte. Ricevo centinaia di lettere di stima e affetto dagli spettatori, persone che mi ringraziano per quello che faccio. Da un’indagine promossa dalla Rai di monitoraggio della “qualità dell’offerta televisiva” è emerso che per credibilità Medicina 33 è al primo posto. E’ una trasmissione di servizio, una delle poche ormai in Rai. Dove sono le altre?“.

    Oltre a Medicina 33, però, con cui Luciano Onder è diventato noto per il grande pubblico del pomeriggio della tv generalista, il giornalista ha condotto in passato il format In buona salute (2012), dalle 18.00 del sabato pomeriggio e fino al settembre dello stesso anno.

    In Rai ha ricoperto la carica di vice-direttore del Tg2 nel 2002, nominato dall’allora presidente Mauro Mazza; responsabile del progetto Explora per Rai Educational, ha ottenuto la laurea honoris causa in Medicina e Chirurgia a marzo 2014 dall’Università di Parma. Prima ancora, ha curato per la rete tv nazionali alcune trasmissioni di ricostruzione storica: da Gli anni del consenso in Italia 1936-39 e Svastica – le origini del Nazismo, essendo laureato in Storia Moderna a La Sapienza di Roma.

    Luciano #Onder non si tocca, così è partito l’appello tra Twitter e Facebook. L’ultima speranza di rivedere il Luciano nazionale, finito nella rappresentazione mentale del pubblico televisivo anche come un personaggio tv divertente per i modi di fare, si consuma così, tra l’indifferenza generale del Servizio pubblico.

    790

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI