Mediaset querela Gabriele Paolini (che intanto si becca una testata in diretta tv)

Mediaset querela Gabriele Paolini (che intanto si becca una testata in diretta tv)

    La testata di Summonte a Gabriele Paolini

    Gabriele Paolini non perde il vizio di disturbare i Tg, ma questa volta si becca una testata in piena regola e in diretta tv. Il ‘pessimo’ siparietto è andato in onda oggi nell’edizione delle 13.00 del Tg5: Fabrizio Summonte era collegato in diretta da Palazzo Chigi quando all’orizzonte si profila la minaccia Paolini. Appena il disturbatore si piazza alle spalle dell’inviato del Tg5, Summonte non si perde d’animo e piazza una testata netta sulla fronte di Paolini. E prima di ricevere una querela da Paolini, Mediaset va all’attacco, querelando a propria volta Paolini per violenza privata.

    Qualche anno fa aveva deciso di ritirarsi dalle scene, poi ci ha ripensato: il richiamo delle telecamere è troppo forte per Gabriele Paolini che in quest’ultimo periodo di è dato molto da fare per tenere alta la bandiera di disturbatore ‘principe’ della Tv italiana. Dopo essere rimbalzato anche sulla CNN gridando ‘Berlusconi pedofilo’, Paolini si è presentato oggi davanti a Palazzo Chigi dove c’era il pienone di inviati pronti a collegarsi cn i propri Tg per aggiornare sulle novità del Governo.

    Paolini ha scelto Fabrizio Summonte, inviato del Tg5: scelta infausta, anche perché già in passato Summonte non aveva esitato a piazzare una sonora microfonata sul naso del disturbatore, con notevole nonchalance.

    Questa volta, esasperato da anni di attacchi impuniti, Summonte si è lasciato andare a una testata, che di certo non rimarrà senza conseguenze. Per le immagini non possiamo che rimandarvi al sito di Video Mediaset.

    In ogni caso Mediaset ha deciso di giocare d’anticipo, querelando Gabriele Paolini per violenza privata. ”In seguito all’aggressione ai danni del giornalista del Tg5 Fabrizio Summonte, avvenuta oggi durante un collegamento in diretta con l’edizione delle ore 13, Mediaset ha dato mandato ai propri legali di procedere ad azione penale nei confronti di Gabriele Paolini. La querela riguarderà i reati di violenza privata, molestie e interruzione di pubblico servizio” si legge nella nota ufficiale diramata da Cologno Monzese. Vedremo come andrà: la questione si annuncia lunga e complessa.

    395