Mediaset Premium, novità con Disney Channel e Premium Calcio

Mediaset Premium, novità con Disney Channel e Premium Calcio

Le novità di Mediaset Premium: Disney Channel, dal 1° luglio su Premium Gallery, e Premium Calcio, canale su tutto il calcio minuto per minuto

    Mediaset Premium Gallery

    Presentata ieri la nuova offerta per il digitale terrestre Mediaset Premium e i nuovi canali che entrano nel pacchetto Premium Gallery. Dal 1° luglio Disney Channel affiancherà Mya, Joi e Steel, mentre, sempre dal 1° luglio, sarà disponibile un nuovo canale tutto dedicato al calcio con una programmazione 24/24h denominato Premium Calcio. Di seguito il dettaglio dell’offerta e dei costi, in alto il servizio del Tg5 dedicato alle novità in casa Mediaset.

    Nel’incontro tenutosi ieri a Portofino, Piersilvio Berlusconi ha presentato la nuova offerta di Mediaset Premium, il digitale terrestre del Biscione, ma ha anche lanciato una sfida netta a Sky e al suo magnate, ed ex “amico”, Rupert Murdoch.
    Il vicepresidente Mediaset tenta di minimizzare (“Nessuna guerra al satellitare, ma un normale processo di crescita”), ma non si può non notare che Mediaset insidia proprio il core business della piattaforma Sky, ovvero il calcio e i cartoni animati, sottraendo a Sky l’esclusiva di Disney Channel, finora visibile solo sul bouquet satellitare.
    Inoltre sono ancora in corso trattative per trasferire Studio Universal, il canale all movies che dal 1° giugno uscirà dal pacchetto Sky per il mancato rinnovo del contratto, nell’offerta del digitale terrestre Mediaset.

    Insomma un’offensiva con i fiocchi, che punta anche al rafforzamento dei contenuti Mediaset anche sull’IPTV mediante un accordo con Telecom (Rosso Alice) che potrebbe presto diffondere via Internet l’offerta del Biscione, mentre è ancora aperta la trattativa con Sky – sempre più difficile – per trasmettere Premium Gallery anche sul satellite.

    La Rai intanto resta a guardare, annunciando sì per i prossimi mesi la nascita di Rai4, ma non riuscendo a tenere il passo con l’evoluzione del ddt della concorrenza.

    Vediamo però nel dettaglio le novità:

    Mediaset Premium Gallery

    - Premium Gallery si arricchisce, dal 1° luglio, di Disney Channel, trasmesso anche in versione +1: verranno proposti gli stessi contenuti in onda sul satellite senza pubblicità. Il pacchetto, che comprende quindi Mya, Joi, Steel e Disney Channel (con annesse versioni +1) passa dagli 8 Euro mensili a 10 Euro.

    Mediaset Premium Calcio

    - nasce Premium Calcio, canale interamente dedicato al calcio con rubriche, approfondimenti e tg sportivi, denominati All Sport News, che dureranno mezz’ora e andranno in onda alle 7.30, 14.00, 19.00 e alle 24.00. Tra le rubriche già annunciate csi sono Attualità Calcio(19.30), con aggiornamenti e interviste dai ritiri delle squadre di Serie A, e Calcio Mercato (22.30) concentrato sulle news del mercato estivo.
    In attesa dell’inizio del campionato, spazio ai tornei estivi ed internazionali: già annunciati il Trofeo Berlusconi, il Trofeo Pirelli e il Quadrangolare di Mosca. Si proseguirà poi con il Campionato del Mondo per Club e la Champions League.
    Per il campionato di Serie A l’impegno si intensifica con la trasmissione degli anticipi e dei posticipi, oltre la consueta Diretta Premium per le squadre che rientrano nei diritti Premium, oltre ovviamente alla trasmissione di tutti i gol della giornata di campionato e degli highlights. Note anche le squadre che hanno rinnovato con Mediaset Premium, ovvero Milan, Inter, Roma, Juventus, Napoli e Lazio, che verranno coperte sia in casa che in trasferta. A queste si aggiungono Atalanta, Torino, Genoa e una decima ancora in attesa di conferma, probabilmente scelta tra le neopromosse alla massima serie.

    Per Premium Calcio scende in campo una squadra di telecronisti e giornalisti decisamente di punta guidata da Sandro Piccinini, orfano di Controcampo, con l’ausilio tecnico di Arrigo Sacchi e forse di Billy Costacurta, qualora rinunciasse a incarichi da allenatore.
    Non ancora noto il costo di Premium Calcio: l’informazione è ancora top secret per questioni di concorrenza con Sky. In ogni caso l’opzione sarà attivabile con il pacchetto Tutto Calcio.

    A questi due nuovi canali poi vanno aggiunte le news relative alle offerte dei canali già lanciati e alle nuove formule di abbonamento.

    Per Joi si conferma la funzione “anteprima” della fiction Mediaset e delle serie tv americane: dopo Dr. House, di cui verrà trasmessa la quinta serie, e I Liceali, toccherà a Chrirugia d’Urgenza essere trasmessa prima sul digitale e poi su Canale 5.
    Confermato anche l’impegno per la copertura dei reality Mediaset, primo tra tutti il Grande Fratello 9, ma le news in questo campo verranno poi aggiornate nei prossimi mesi.

    Si prefigura, inoltre, una nuova modalità di pagamento, alternativa alle schede prepagate e ricaricabili: si tratta di Easy Pay, una sorta di carta di credito il cui funzionamento non è ancora molto chiaro. Stando a quanto annunciato nella conferenza di ieri, il cliente può scegliere la propria offerta Premium preferita e comunicare i propri dati bancari sui quali poi verranno effettuati degli addebiti periodici. Una sorta di pagamento RID, come per altri tipi di utenze e di servizi “domiciliati”.

    Ultime informazioni riguardano composizione dei multiplex digitali: dal 1° luglio chiudono Mediaset Extra 1 e 2, i canale Pay per View del digitale terrestre, mentre i due nuovi canali Disney saranno attivati sul mux D-Free. Ciò determina il trasferimento di Boing sul Mux Mediaset 1, dove si trovano già tutti i canali dedicati, a vario titolo, al calcio.

    In ogni caso la sfida del Digitale Terrestre Mediaset si gioca sulla qualità: questa è la principale rassicurazione che Piersilvio Berlusconi rivolge al proprio pubblico, effettivo e potenziale. Qualità della programmazione, pochissima pubblicità (solo cinque break al giorno) e per la gioia della Conferenza Episcopale Italiana (preoccupata di una deriva incontrollata della nuova offerta tv) nessuna concessione ai canali porno. Almeno per il momento.

    1678