Mediaset Premium, multa di 130mila euro per pratiche scorrette

Mediaset Premium, multa di 130mila euro per pratiche scorrette

L'autorità Antitrust ha sanzionato RTI (società controllata da Mediaset) con una multa da 130mila euro per pratiche commerciali scorrette

da in Attualità, Digitale Terrestre, Mediaset Premium, antitrust, Premium Cinema Energy
Ultimo aggiornamento:

    Mediaset Premium, multata dall’Antitrust per pratiche scorrette

    Anche Mediaset Premium è incappata come Sky in una multa salata comminata dall’Antitrust. Lo scorso mese di agosto vi abbiamo infatti riportato che l’Autorità (proprio su segnalazione di RTI) aveva condannato la pay tv di Rupert Murdoch al pagamento di 100 mila euro per pratica commerciale scorretta e ingannevolezza dei messaggi pubblicitari per lo spot Body Scanner. Il destino però ha voluto che una più elevata sanzione amministrativa venisse irrogata ora anche alla società controllata da Mediaset con la medesima accusa: pratiche commerciali scorrette.

    È pari a 130.000 euro la multa con cui l’Antitrust ha deciso di sanzionare Reti Televisive italiane (Rti) per pratiche commerciali scorrette in virtù di una lettera inviata nell’inverno 2009 dalla società controllata da Mediaset agli abbonati a Mediaset Premium: qui venivano promossi i due nuovi canali di cinema (Emotion ed Energy), il nuovo servizio Premium on Demand e il pacchetto Reality della pay tv digitale terrestre ma in realtà queste novità comportavano una modifica contrattuale che nella lettera in questione non veniva resa in forma esplicita ma si invitava solamente gli abbonati a leggere nel i particolari delle offerte nella news allegata.

    Secondo l’organismo di vigilanza dunque “la modifica apportata al pacchetto Gallery, con l’introduzione di due nuovi servizi televisivi dedicati al cinema, non può essere considerata come una semplice modifica dei contenuti del servizio senza alcun effetto sulla validità del contratto” in quanto “l’introduzione dei due nuovi pacchetti cinema, comportando un aumento del prezzo dell’abbonamento (da 12 a 14 euro al mese, ndr), realizza una vera e propria variazione tariffaria che va comunicata senza ambiguità”.

    Comunicazione che evidentemente non è stata fatta nelle giuste modalità e visto che RTI è recidiva nelle violazioni al codice del commercio l’iniziale multa da 115.000 euro è stata poi aumentata dall’Antitrust a 130mila euro.

    Ahi ahi ahi! Impareranno la lezione?

    374

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàDigitale TerrestreMediaset PremiumantitrustPremium Cinema Energy