Mediaset dà piena fiducia alla Perego: la Tribù è salva?

Mediaset fa il primo passo e manda alla stampa un comunicato in cui dà piena fiducia alla Perego definendola "una professionista di altissimo livello" e si tira fuori dalle beghe tra 'colleghe' dicendosi "estranea all'eccesso di esternazioni personali che non corrispondono al pensiero dell’azienda"

da , il

    Il logo di La Tribù Missione India

    Mediaset fa il primo passo e manda alla stampa un comunicato in cui dà piena fiducia a Paola Perego definendola “una professionista di altissimo livello” e si tira fuori dalle beghe tra ‘colleghe’ dicendosi “estranea all’eccesso di esternazioni personali che non corrispondono al pensiero dell’azienda“. Confermata, inoltre, la data di partenza del reality, ferma al 16 settembre.

    Uno scarno ma lapidario comunicato diffuso poco fa da Mediaset potrebbe mettere fine alla tempesta scatenatasi questa mattina che ha visto Paola Perego annunciare, a mezzo fidanzato/agente Lucio Presta, il suo ritiro dalla conduzione de La Tribù-Missione India a due settimane dal via. A far traboccare il vaso sarebbero state alcune dichiarazioni di Barbara D’Urso, considerate dalla Perego lesive della sua professionalità. Ma a dar fastidio alla conduttrice sarebbe stato il prolungato silenzio di Mediaset, che non sarebbe intervenuta a tappare la bocca alla ‘vulcanica’ D’Urso.

    Per placare l’ira funesta della Perego, nel pomeriggio Presta aveva fatto sapere che sarebbe stata gradita una dichiarazione di Mediaset, nella quale l’azienda mettesse in luce le qualità professionali della sua assistita e le confermasse la piena fiducia.

    Detto, fatto: eccolo il comunicato di Mediaset, che evita lo scontro frontale consigliando, tra le righe, alla sua scuderia (D’Urso in primis) a limitare le esternazioni personali, giudicate di fatto ‘eccessive’, e nello stesso tempo confermando fermamente l’avvio del reality nella data prevista, ovvero il 16 settembre; come a dire con o senza la Perego.

    Ma leggiamo il comunicato:

    Paola Perego è una professionista di alto livello. Lo dimostra il fatto che Mediaset da anni le affida produzioni importanti come il nuovo reality in partenza il 16 settembre su Canale 5.

    I malintesi che hanno generato comprensibili tensioni sono frutto di un eccesso di esternazioni personali a cui Mediaset è estranea, che non corrispondono al pensiero dell’azienda e rispetto alle quali da sempre Mediaset non è solita intervenire.

    Confidiamo in una responsabile composizione della vicenda e confermiamo che il programma andrà regolarmente in onda nella data prevista.”

    Adesso la palla passa di nuovo alla Perego: sarà così ‘responsabile’ da ‘ricomporre’ rapidamente la vicenda, come auspicato da Mediaset, o manterrà il punto, regalando La Tribù a qualche altra famelica conduttrice, già pronta a rimpiazzarla?