Mediaset, ancora scioperi: tocca al Tg4

Mediaset, ancora scioperi: tocca al Tg4

Mercoledì 20 gennaio sciopero dei giornalisti del Tg4 che protestano contro la decisione di Mediaset di cancellare l'edizione delle 13

da in Emilio Fede, Informazione, Mediaset, Palinsesto Mediaset, TG 4, sciopero
Ultimo aggiornamento:

    Mentre sono ancora vive le proteste dei lavoratori Videotime dei settori sartoria, trucco e parrucco, condannati all’esternalizzazione, arriva una nuova protesta con tanto di sciopero in casa Mediaset. Questa volta è il ‘fidato’ Tg4 a protestare per la cancellazione dell’edizione delle 13.30 decisa dai vertici aziendali. Lo sciopero, previsto per mercoledì 20 gennaio, ha anche lo scopo di manifestare la contrarietà della testata verso il progetto di un’agenzia giornalistica trasversale che dovrebbe presto unificare le risorse dei tre Tg e dei vari programmi di approfondimento. In alto un best of dei fuori onda di Emilio Fede.

    Qualche giorno fa ci siamo occupati dello sciopero dei costumisti, parrucchieri e truccatori Videotime che hanno protestato contro il passaggio ad una società privata, la Pragma, cui Mediaset ha esternalizzato i servizi in oggetto a partire dal prossimo 1° febbraio. Mediaset ha poi garantito ai lavoratori che l’esternalizzazione del servizio non si sarebbe tradotto per loro in un peggioramento delle condizioni di lavoro o, ipotesi temuta dai professionisti in oggetto, nella perdita del posto.

    Ma il clima in casa Mediaset è ancora caldo.

    Ora a protestare ci pensano i giornalisti del Tg 4 che si oppongono alla cancellazione dell’edizione delle 13.30, tradizionalmente opposta a quella del Tg1 e per questo deludente sul piano dell’audience, decisa dai vertici aziendali, a fronte di un ampliamento di quella delle 11.30.
    Per la redazione del Tg 4 la decisione “priverebbe i telespettatori di un appuntamento tradizionale all’ora di pranzo che esiste fin dalla nascita del tg e impoverisce l’offerta informativa del Tg4 e una radicale riorganizzazione del lavoro” si legge in una nota diffusa ieri, che punta il dito anche sulla soppressione dell’approfondimento di seconda serata di Emilio Fede, Passwor*d, che non compare nei palinsesti primaverili di Mediaset.

    L’agitazione vede le sue radici, però, nell’opposizione a un progetto strategico per il settore news cui Mediaset sta lavorando da tempo, quello della creazione di un’agenzia giornalistica trasversale alle tre reti, che permetta di ottimizzare al meglio le risorse disponibili con un abbassamento dei costi. Sempre nella nota che annuncia lo sciopero per il prossimo 20 gennaio si legge che la decisione di eliminare l’edizione delle 13.30 “arriva a poche settimane dell’annuncio di un drastico ridimensionamento della testata con lo spostamento di 30-35 giornalisti ad un’agenzia giornalistica, per la cui definizione è in corso una delicata trattativa sindacale”. Il malcontento sull’agenzia, infatti, trova d’accordo tutte e tre le testate tg Mediaset, preoccupate di perdere autonomia e prestigio.

    Aspettiamo la contromossa dei vertici, cui i giornalisti del Tg4 hanno chiesto un incontro.

    499

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Emilio FedeInformazioneMediasetPalinsesto MediasetTG 4sciopero