Mauro Coruzzi: intervista per Sanremo 2015

Mauro Coruzzi: intervista per Sanremo 2015

Intervista a Mauro Coruzzi, approdato al Festival di Sanremo 2015 con il brano 'Io sono una finestra', che canta con Grazia di Michele

da in Festival di Sanremo 2015, Interviste, Platinette
Ultimo aggiornamento:
    Mauro Coruzzi - Platinette si racconta

    Intervista a cura di Alice Penzavalli

    Mauro Coruzzi, alias Platinette, è in gara al Festival di Sanremo 2015 con il brano ‘Io sono una finestra’ che canta insieme a Grazia di Michele. Il profondo valore del testo e la delicatezza del tema trattato hanno incantato letteralmente pubblico e addetti ai lavori. Noi lo abbiamo incontrato per un’intervista e lui è stato generoso di parole…

    Innanzitutto, visto che il tema di ‘Io sono una finestra’ non passa di certo inosservato, gli abbiamo chiesto come fosse nato.

    ‘A dire il vero, non lo abbiamo scelto: Grazia l’ha scritto un paio di anni fa. Una sera ci siamo incontrati per caso, lei stava lavorando a questo testo, mi disse ‘Poi te lo mando, vedi un po’ se ti piace’; successivamente ha inciso un album, che esce adesso e si chiama ‘Il mio blu’, in cui ha pensato di inserire questa canzone e mi ha chiesto di cantarla; l’ha inviata alla commissione selezionatrice e abbiamo avuto un risultato inaspettato. Non pensavamo di essere presi perché è una canzone complessa, tra l’altro io non sono un cantante professionista.

    Adesso inizierà la fase delle ghigliottine, ma poco importa: qualsiasi sia la mia destinazione non mi preoccupa, mi importa della canzone, che comunque è stata selezionata da un gruppo di esperti che ha il dono dell’udito’.

    E agli esperti non può certo essere sfuggita questa frase: ‘Di donna dentro un uomo eppure essere umano’….

    ‘Penso che abbia già fatto discutere, ma non è un simbolo né un messaggio. E’ il racconto di una situazione in cui qualcuno si potrebbe ritrovare, ma non è il mio caso: quella è una dimensione che ho superato perché la vita è stata molto favorevole nei miei confronti, non ci sono stati ostacoli e le due identità non sono entrate in conflitto’.

    Salire sul palco dell’Ariston è sempre un’emozione unica per tutti….come la vive Mauro Coruzzi?

    ‘La vivo come un debuttante. Mi sembra di essere insieme ai giovani, di cui si sta parlando un po’ poco’.

    Curiosi di saperne di più? L’intervista integrale a Platinette è su NanoPress.

    390

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2015IntervistePlatinette Ultimo aggiornamento: Giovedì 12/02/2015 18:29
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI