Maurizio Crozza lascia La7 per approdare a Rai Uno?

Maurizio Crozza lascia La7 per approdare a Rai Uno?

Maurizio Crozza potrebbe lasciare La7 e approdare a Rai Uno

    Maurizio Crozza potrebbe lasciare presto La7, anzi prestissimo, prima della fine dell’anno. Il comico genovese sarebbe in trattative per approdare alla prima serata di Rai Uno, secondo quanto riporta un’indiscrezione pubblicata dal quotidiano Il Giornale. Alla base della decisione de La7 di lasciar partire Crozza ci sarebbero motivi di budget.

    La7 è destinata a perdere un altro pezzo pregiato? Secondo quanto riporta Il Giornale, dopo gli addii di Gad Lerner, Gianluigi Nuzzi e Benedetta Parodi, sembra che anche Maurizio Crozza sia in uscita dalla settima rete. Il comico genovese ha ancora un anno di contratto con La7, in scadenza a giugno 2014, ma, grazie ad una clausola, potrebbe liberarsi anche prima per andare a condurre un programma di intrattenimento su Rai Uno. Lì troverebbe un volto amico, il direttore Giancarlo Leone, che lo stima molto e che lo difese pubblicamente dalle polemiche che lo investirono dopo la sua partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo, quando imitò, negli ultimi giorni di campagna elettorale, Silvio Berlusconi e Pierluigi Bersani.

    Ma perché mai La7 dovrebbe privarsi del suo uomo di punta, per quanto riguarda l’intrattenimento, che da anni le regala picchi di share di oltre il 10%? Per motivi di budget. Il neo-presidente Urbano Cairo era stato chiaro al momento del suo ingresso in società: la crescita degli ascolti sarebbe dovuta andare di pari passo con la riduzione dei costi.

    Crozza nel Paese delle Meraviglie ha un costo stimato di 14 milioni di euro per un ciclo di 30 puntate, costo coperto dagli introiti pubblicitari, ma evidentemente non in misura tale per La7 da sentire il bisogno di trattenere il comico con le unghie e con i denti.

    Insieme a Crozza, il suo agente Beppe Caschetto sta trattando con la Rai per portare da La7 a Viale Mazzini anche un’altra sua assistita: Geppi Cucciari. Anche per la comica si parla di un approdo sulla rete ammiraglia (che sia un trampolino di lancio verso Sanremo?), ma in seconda serata: per lei ci sarebbe in ballo un programma ironico e divertente su arte e architettura, dal titolo provvisorio “Dopotutto non è brutto”, in cui sarà assistita da un grande critico di arte contemporanea. Chissà che cosa ne penserà di queste partenze eccellenti da La7 il direttore del telegiornale Enrico Mentana, che già ieri su Facebook si era espresso fermamente per la salvaguardia l’identità della rete.

    477

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN La 7Maurizio CrozzaRai 1