Maurizio Crozza a DiMartedì, copertina del 18 ottobre 2016 [VIDEO]

Maurizio Crozza a DiMartedì, copertina del 18 ottobre 2016 [VIDEO]

Le 'massime' del comico su La7: da 'Contribuente, per te Equitalia finisce qui', al 'Voluntary Disclousure' che 'sembra un programma Sky'

    Come ogni settimana, Maurizio Crozza è tornato su La7 a DiMartedì e ha divertito, con la sua copertina comica. Nella puntata in onda il 18 ottobre 2016, infatti, il comico, prima nei panni del premier Matteo Renzi e poi in prima persona – tra l’altro, mentre ospite in studio da Giovanni Floris, c’è stato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan – ha fatto una vera e propria ‘tirata d’orecchie’ al governo, ‘reo’ di aver annunciato la rottamazione di Equitalia.

    Queste, infatti, le parole pronunciate da Crozza-Renzi nell’apertura della copertina comica di DiMartedì del 18 ottobre 2016. In pratica il premier interpretato dal comico ha trattato i debiti come una finale di Miss Italia (programma tra l’altro in onda su La7):

    Guarda il video completo

    Carissimo contribuente, per te Equitalia finisce qui. Ma le sembra giusto che un cittadino che non paga le tasse, quando lo scoprono debba pagare anche le sanzioni? Secondo lei, dopo che uno paga tutta quella mazzata di sanzioni, poi vota sì al Referendum? Io tolgo le more come atto di amore, come diceva quell’altro grande fiorentino prima di me: ‘Le mor che non pagate amor condona!’‘.

    Un altro riferimento televisivo di Crozza-Renzi è stato fatto a proposito dello scudo fiscale per i capitali all’estero. Infatti, nei panni del premier, il comico ha ironizzato:

    ‘Il Voluntary Disclousure? Sembra un programma di Sky! Subito dopo The Big Bang Theory!’

    Dunque, nel corso della copertina comica a DiMartedì Crozza si è rivolto così al ministro Padoan, ospite in studio di Giovanni Floris. E infatti, non senza far riferimento alle recenti news su Fabrizio Corona, Crozza su La7 ha detto:

    ‘La prego, votiamo subito, perché tra bonus e condoni ogni giorno che passa è peggio. Se aspettiamo il 4 dicembre, Renzi pur di raccattare qualche voto in più è capace di inventarsi: gli incentivi per chi parcheggia sui marciapiedi, i buoni benzina per gli spalloni e la detrazione fiscale sui controsoffitti costruiti per nascondere il ‘nero’‘.

    Del resto, la rottamazione di Equitalia a Crozza in persona sembra un condono, l’ennesimo dopo gli ultimi promossi da Silvio Berlusconi nel 2003 e nel 2009. Ecco cosa ne pensa Crozza:

    ‘[...] Almeno Berlusconi era onesto: li chiamava condoni, non aiuti alle famiglie.

    Era onesto? Che ca**o ho detto? Ma capite cosa mi fa dire Renzi? Mi fa dare dell’onesto a Berlusconi…Siamo al paradosso!’.

    Infine, durante la copertina comica in onda il 18 ottobre 2016 a DiMartedì, Crozza ha fatto satira sulla partecipazione di Renzi alla cena ‘col nero’ negli Stati Uniti. Quindi ha concluso:

    ‘Da Obama si è portato l’eccellenza italiana: Benigni, Sorrentino, Armani, la direttrice del Cern, la direttrice del Moma, la sindaca di Lampedusa, la campionessa paralimpica…l’Italia bella che piace mostrare a tutti. Pensa tu se invece di quella bella si fosse portata quella reale: avrebbe riempito la tavola di evasori fiscali. In America se non sbaglio gli evasori li portano in galera, obiettivamente una retata prima del brindisi non sarebbe stata elegante’.

    570

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI