Maurizio Crozza a Di Martedì, video copertina 15 novembre 2016

Maurizio Crozza a Di Martedì, video copertina 15 novembre 2016

Il comico torna su La7 e imita Renzi: 'No al referendum? La Boschi in qualche modo si ricicla, figurati se non la prendono a Mediaset'. Poco prima, ospite in studio anche Bruno Vespa

    Torna puntuale, su La7, l’appuntamento con Maurizio Crozza e la sua copertina comica a Di Martedì. Anche il 15 novembre 2016, infatti, il comico è comparso in TV, tra imitazioni e satira politica, prendendo di mira sia il premier Matteo Renzi, sia rifacendo sul piccolo schermo il senatore Antonio Razzi e Beppe Grillo. Inoltre, poco prima della sua copertina, tra gli ospiti in studio c’è stato anche Bruno Vespa, per un’intervista faccia a faccia col conduttore Giovanni Floris.

    Crozza a DiMartedì, copertina comica del 15 novembre 2016

    2016 11 15_21h38_15

    La prima imitazione sfoggiata dal comico su La7 è stata quella del presidente del Consiglio, impersonato mentre scrive una lettera ai circa quattro milioni di italiani all’estero, chiamati anche loro a votare per il referendum in programma per il prossimo 4 dicembre 2016.

    Infatti, stuzzicato dalla voce fuori campo di Andrea Zalone, Crozza-Renzi gli ha così risposto:

    ‘Tenga anche conto – ha detto – che, vivendo fuori, questi mi conoscono poco: potrei anche sembrare credibile! Io, fra venti giorni, mi gioco tutto. La Boschi, in qualche modo si ricicla: figurati se non la prendono a Mediaset! Ma io cosa faccio?! Se non convinco tutti a votare sì, il prossimo italiano all’estero sono io!’.

    Guarda il video completo

    Quello della ministra Boschi a Mediaset, però, non è l’unico tele-scenario di fantasia proposto. Poco dopo, infatti, il comico ha smesso i panni del premier e, in prima persona, ha commentato così la possibilità che al referendum vinca il sì:

    ‘Se trionfa il sì – ha aggiunto Crozza – Renzi verrà proclamato anche re di Italia, AD della Apple, Miss Maglietta Bagnata e direttore generale della RAI. Ah no, quello lo è già!‘.

    Quindi Crozza-Renzi che scrive la lettera per gli italiani all’estero, ma pian piano – è quanto si è visto a La7 nella puntata del talk show condotta da Giovanni Floris – il comico si è trasformato prima in Totò, poi in Peppino e, addirittura, in Tina Pica.

    Crozza a Di Martedì, poco prima ospite Bruno Vespa

    Vespa a Di Martedì, 15 11 2016

    Prima del consueto appuntamento con la copertina comica di Crozza, ospite a Di Martedì è stato anche il conduttore di Porta a Porta, Bruno Vespa, presente in studio per parlare del suo ultimo libro.

    Intervistato da Giovanni Floris, infatti, Vespa ha definito il ‘miracolo economico’ avvenuto in Italia negli anni ’50-60 come quel periodo in cui agli italiani il televisore ‘è arrivato a casa con Mike Bongiorno dentro‘.

    Infine, di fronte alle domande ‘scomode’ del conduttore, su chi, secondo lui, al momento avrebbe più chance tra i vari leader politici italiani, Vespa a Floris ha risposto ‘non mi freghi’, col padrone di casa che ha così replicato: ‘non avevo dubbi’.

    603

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI