Maurizio Crozza a Di Martedì: copertina comica del 22 novembre 2016, il video

Maurizio Crozza a Di Martedì: copertina comica del 22 novembre 2016, il video

Il comico torna su La7 e imita Beppe Grillo e il premier Matteo Renzi

    Maurizio Crozza torna su La7, per la copertina comica a Di Martedì del 22 novembre 2016. Come spesso accade, oggetto di satira da parte del comico, è stato, ancora una volta il referendum promosso dal governo Renzi, per cui si andrà al voto il prossimo 4 dicembre. E di certo non è mancato neppure l’atteso commento del comico nei panni di Beppe Grillo.

    Crozza a DiMartedì, copertina comica del 22 novembre 2016

    crozza, grillo, dimartedì 22 11 2016

    Martedì 22 novembre 2016, Crozza, infatti, ha aperto la sua copertina comica a Di Martedì, proprio con l’imitazione di Beppe Grillo:

    ‘Abbiamo di fronte un serial killer della vita dei nostri figli! Se voti sì al referendum, Renzi ci ammazzerà tutti i figli! Li va a prendere davanti a scuola con il furgone. Si mette la Boschi con delle caramelle davanti allo sportello per farli entrare, e poi, una volta che son dentro, li polverizza tutti col razzo laser!’.

    Ecco quindi cosa succederebbe, secondo Crozza-Grillo, se al referendum del 4 dicembre 2016 vincesse il ‘sì’:

    Non hai idea di cosa può succedere se vai a votare sì. Esci dal seggio, attraversi la strada, passa un tir che trasporta ferro, sbatte sul palo della luce, i fili si aggrovigliano nel ferro, creano un grande magnete, il magnete sposta l’asse terrestre, la Terra impazzisce, va a sbattere contro il Sole, il Sole esplode, diventa un buco nero!’

    Se, invece, si vincesse il ‘no’…

    ‘Torna il proporzionale, si vota, non c’è la maggioranza, fanno l’inciucio, ricade il governo, si va a rivotare, vinciamo noi e Di Maio diventa premier. Che ca**o ho detto? Che Di Maio diventa premier? Sai che forse era meglio il buco nero?’.

    Guarda il video completo

    Poi Crozza è tornato in sé e, in prima persona, ha così commentato l’attesa per i risultati:

    ‘Si è arroventato il clima. Per Grillo, se vince il sì, siamo in mano ai serial killer.

    E il per il Financial Times, se vince il no, usciamo dall’Euro. State calmi, ca**! E’ un referendum! Ne abbiamo fatti a centinaia: sul divorzio, sull’aborto, sulla caccia, sull’acqua pubblica, sulle trivelle. Abbiamo anche fatto quello sulla monarchia…In fondo questo è solo un altro normalissimo voto per scegliere di nuovo, tra repubblica e monarchia. Stavolta invece dei Principi di Savoia, ci sono i Principi di Leopolda, ma è uguale’.

    Dopo un riferimento allo chef Massimo Bottura che minaccia di andarsene dall’Italia se vince il no, e quello all’ex magistrato Antonio Ingroia (‘in letargo da quattro anni’, anche ‘se s’è svegliato’ solo ora,), in conclusione a Di Martedì Crozza si è calato anche nei panni del premier Renzi:

    ‘Bisogna votare per il futuro dei figli? Il futuro dei vostri io non lo so, dei miei di sicuro, perché, a seconda di come va, si decide se per i prossimi vent’anni saranno ancora i figli di un premier o di un edicolante di Rignano sull’Arno’.

    593

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI