Maurizio Crozza a Ballarò dell’8/5/2012: il Pdl è scomparso [VIDEO]

Maurizio Crozza a Ballarò dell’8/5/2012: il Pdl è scomparso [VIDEO]

La copertina satirica di Maurizio Crozza a Ballarò dell'8 maggio 2012 è incentrata sui risultati elettorali in Italia e in Francia

    CROZZA ballarò 8/5/2012

    Puntuale come sempre ecco la consueta copertina satirica di Maurizio Crozza, sempre molto apprezzata dal pubblico, che ogni martedì apre la puntata di Ballarò. Ieri sera l’attore comico genovese ha indirizzato la sua pungente ironia verso i risultati delle elezioni in Italia e in Francia e la sconfitta del PDL. Dopo il salto il video della copertina di Ballarò dell’8 maggio 2012 con i fatti della settimana secondo Maurizio Crozza.

    Così come la puntata di ieri sera di Ballarò è stata dedicata al voto in Francia e Grecia, alle elezioni amministrative in Italia, alla protesta e all’imminente arrivo della temuta IMU, anche Maurizio Crozza non ha voluto esimersi dal trattare questi temi e così ha commentato alla sua sarcastica maniera i risultati elettorali delle recenti elezioni nel nostro Paese, con la scomparsa del PDL, e nella vicina Francia.

    Risultato sconvolgente, l’Italia ha votato e c’è stato terremoto imprevedibile, assurdo: ma chi se l’aspettava che Federico Moccia ce la facesse a diventare sindaco! Ma capisci che è una cosa incredibile? Certo poi a guardare bene i risultati ci sono stati anche degli aspetti minori, dei dettagli, robettina: sì, tipo… è scomparso il Pdl. Vabbè ma capita, Atlantide è sparita, ma sono cosine.
    E poi ecco il perché della scomparsa secondo la versione di Crozza: La spiegazione c’è però: erano elezioni amministrative, non hanno votato tutti gli italiani, ad esempio quelli del PDL non hanno ancora votato, non so quando ma li chiameranno a votare. Comunque il Pdl rimane un partito coerente, perché il popolo delle libertà segue il suo partito con la lealtà di sempre: quando il suo leader fa politica il partito fa politica, quando lui va da Putin il partito va a puttane!.

    Dopodiché Crozza, che il 23 e il 30 maggio sarà protagonista su La7 di due serate speciali intitolate Fardelli di Italialand in onda in diretta in prima serata, ha riproposto la parodia di Angelino Alfano: Stiamo preparando la più grande novità politica dopo la discesa in campo di Berlusconi.. l’estinzione!
    E poi continua ancora sulla scomparsa del PDL: sono spariti come gli alberi di Natale il 7 gennaio. Alfano in un primo momento ha ammesso la sconfitta, poi ha ripreso a funzionare l’auricolare ed è ritornato in collegamento con Berlusconi da Mosca e si è corretto. Sono elezioni in cui registriamo una sconfitta evidente e cocente che mi fa esclamare: ma che c… dici Alfano?! Infatti abbiamo stravinto a Lecce. Comunque anche se siamo stati vittima di un forte astensionismo è andata meglio di come ci aspettavamo, ma soprattutto dov’è l’ucraina vestita da pompiera?

    E ancora: In questo periodo Berlusconi non ne azzecca una: il Milan ha perso lo scudetto, il Pdl ha perso le elezioni, Sarkozy lo ha rinnegato.

    In più c’era anche la Minetti senza acqua calda nelle intercettazioni: Amore serve un tecnico. E lui: Ma no anche tu, adesso basta.

    Immancabile un riferimento alle elezioni francesi: L’Italia comunque è un paese strano. Tu pensa che in Francia se vuoi vincere le elezioni devi aver fatto le corna, in Italia no, devi essere comico o pianista.
    Poi rivolgendosi a Fassino, presente in studio, Crozza chiede: Scusi ma lei lo ha sentito il boom (dei grillini)? Sì, dalla faccia direi di sì.
    In basso il video integrale della copertina di Crozza a Ballarò.

    621

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròMaurizio Crozzasatira