Mattino Cinque parte con Silvio Berlusconi (che cita Sky)

Silvio Berlusconi inaugura la nuova stagione di Mattino Cinque con un'intervista telefonica rilasciata a Maurizio Belpietro

da , il

    Mattino Cinque riparte con l’intervento in diretta di Silvio Berlusconi, intervistato telefonicamente da Maurizio Belpietro: un’occasione per il premier di fare il punto sulla situazione politica e per rassicurare gli italiani che il suo governo andrà avanti fino al termine naturale della legislatura. E, sorpresa, cita lo spot Sky con Cassano per descrivere la sua ‘doppia’ immagine mediatica: “Ci sono due Berlusconi: uno cattivo e impresentabile che si trova sui giornali italiani, che sono quasi tutti di sinistra, e un altro apprezzato statista che viene elogiato nei vertici internazionali, per il suo passato da tycoon, per i suoi 16 anni di esperienza in politica e per i contenuti delle sue proposte“.

    Oramai il premier ha un incarico in più, inaugurare le stagioni tv dei programmi di informazione di Rai e Mediaset: per il secondo anno consecutivo ha idealmente tagliato il nastro del rinnovato salotto di Mattino Cinque, tornato in onda questa mattina, con un’intervista telefonica a Maurizio Belpietro proprio in apertura di programma, mentre domani è atteso nello studio di Porta a Porta, che torna in onda domani in seconda serata su RaiUno dopo la lunga (lunghissima) pausa estiva.

    Berlusconi ha colto l’occasione per rassicurare gli italiani sulla tenuta del suo governo: “Con Bossi è nata una amicizia vera, maturata nel tempo. Sappiamo intenderci con poche parole – ha spiegato il premier – da qui è nato un rapporto politico molto solido“. Un rapporto, e un governo, che non teme scossoni, nonostante la nascita di Futuro e Libertà: “La maggioranza restera’ quella che gli italiani hanno votato. I finiani hanno dichiarato a più riprese di voler essere fedeli. E sono sicuro che ciò avverrà” ha assicurato il presidente del Consiglio.

    E’ tornato anche sui temi economici: “Abbiamo affrontato bene la crisi e l’Ue e l’Ocse lo confermano – ha detto Berlusconi – Non credo che ci possa essere una nuova ricaduta. L’impatto della crisi internazionale sul nostro paese è stato bene assorbito grazie alla solidità delle imprese, ai risparmi delle famiglie ma anche alle politiche di rigore e di sviluppo del governo“. Aggiunge quindi che è ormai imminente la nomina del ministro dello Sviluppo Economico, dicastero di cui ha assunto l’interim dalle dimissioni di Claudio Scajola: una situazione che non ha penalizzato l’attività di governo, ha sottolineato Berlusconi che ha rivendicato quanto fatto in questi mesi che l’hanno visto prendere oltre 300 decisioni “tra cui la legge Berlusconi sulla libertà di impresa che è la vera rivoluzione liberale“, ha chiosato il Premier.

    Ultima notazione per i rapporti con i premier internazionali: Berlusconi ha ringraziato l’ex primo ministro britannico, Tony Blair, che nella sua biografia ha elogiato il premier italiano. ”Ho un ottimo rapporto con tutti i leader internazionali – ha detto il premier – Blair ha scritto su di me ciò che tutti mi riconoscono, dopo avermi conosciuto“. Da qui la ‘citazione’ del doppio Berlusconi, immagine ripresa dallo spot Sky con Cassano per la promozione del Calcio HD: “Ci sono due Berlusconi: uno cattivo e impresentabile che si trova sui giornali italiani, che sono quasi tutti di sinistra, e un altro apprezzato statista che viene elogiato nei vertici internazionali, per il suo passato da tycoon, per i suoi 16 anni di esperienza in politica e per i contenuti delle sue proposte“. Stupisce questo assist alla promozione del principale competitor di Mediaset: che il premier abbia visto solo la versione parodia che lancia il Chiambretti Night?