MasterChef Italia 4, prima puntata 18 dicembre: la diretta-live di Televisionando

MasterChef Italia 4, prima puntata 18 dicembre: la diretta-live di Televisionando

MasterChef Italia 4, prima puntata 18 dicembre: la diretta-live di Televisionando con i primi due episodi della nuova stagione in onda su Sky Uno HD (e in streaming su Sky On Line)

    Si ricomincia tra fornelli scoppiettanti e brividi in cucina! La prima puntata di MasterChef Italia 4 in onda su Sky Uno stasera 18 dicembre: la diretta-live minuto per minuto su Televisionando con foto-gallery dei primi due episodi trasmessi. Conosceremo gli aspiranti concorrenti alle prese con le selezioni del cooking show e ritroveremo la grinta dei giudici Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri. Per il debutto della nuova stagione noi ci saremo. Mi raccomando: affilate le tastiere, ma niente paura, perché di Rachida non v’è traccia!!

    Aspirante, Arianna da Roma

    Tutto su MasterChef | Che fine hanno fatto gli ex concorrenti | La quarta stagione |

    21:10 – Ci siamo! L’apertura della nuova stagione affidata ai tre giudici in cucina. Per quest’anno cercano quel tocco diverso. Mentre i giurati preparano cibi vari, vediamo “in prima persona” gli aspiranti alla MasterClass della quarta edizione di MasterChef. Pubblicità. Si torna in onda: ops! Ci sono i vincitori delle tre edizioni. Vai con Spyros, Tiziana e Federico (ma non era finito lo speciale story?). E’ già tempo di gara: 45 minuti di Live cooking per ottenere il grembiule bianco!

    21:20 – Il primo aspirante concorrente che conosciamo è la super adrenalina di Paolo, 41 anni, informatico, sposato con la passione per il catechismo (e del cannolo). Per lui la cucina – nemmeno a dirlo – è innanzitutto spiritualità. Per tentare la scalata al cielo, pardon ai fornelli, cucina un coniglio che non deve sembrare un pollo per i giudici. Tre sì dai tre giurati dell’Ave Maria. Carrellata di “fenomeni”: da quello che ha scritto un libro di cucina (non pubblicato) a quella che canta Over the raibow e così intitola il suo piatto. Nemmeno a dirlo: sfilza di no da parte dei giudici.

    21:30 – Quattro minuti di tempo per Arianna, aspirante da Roma. Lavora in banca, ha vissuto a Londra facendo l’assistente di volo. Visibilmente tesa, Barbieri la tranquillizza, ma forse c’è poco da fare: ha cucinato un agnello (poco pulito?). I tre giurati assaggiano, l’aspirante si dimentica il piatto per Joe Bastianich (che figura!). Il no di Cracco (“troppa ansia”, dice), il sì di Bastianich che dà fiducia, Barbieri chiosa: “Stai zitta e ferma finché non te lo dico io”! Il secondo grembiule bianco è di Arianna.

    21:40Stefano Callegaro ci racconta la sua storia, dalla provincia di Rovigo alle cucine di MasterChef. I giudici lo interrogano, lui risponde a tono: “E’ l’occasione della mia vita”. Ha 42 anni. Prova a convincere i giurati con della pasta “ispirata” a Marchesi. Per Bruno Barbieri la materia prima usata è eccellente. Carlo Cracco è il più duro, poi il verdetto: tre sì e il grembiule bianco per Stefano.

    Carlo Cracco di fronte a Stefano

    21:50 – E’ la volta di Paola Garibbo, strana forte! Il suo sogno è aprire un ristorante sull’albero, su un pino. Dice. “Un po’ come Tarzan” commenta Barbieri. I giudici assaggiano il piatto, mentre lei pensa ancora al nome del ristorante. Cracco propone: “Io lo chiamerei da…Pino”. Bastianich sale su delle pedane per simulare il ristorante albero. Paola però non riesce a conquistare il grembiule bianco di MasterChef.

    21:55 – C’è anche il conte a MasterChef, Giuseppe. Prepara il baccalà perché è una questione di famiglia, nel senso che un suo avo se ne occupò. Sommelier di professione (tra le altre cose) con la passione per i fornelli. Anche per lui, alla fine degli assaggi, arriva il grembiule bianco di MasterChef. C’è chi porta il risotto, chi la triglia (difficile da preparare), chi un panino. Carrellata di sì dei giudici, con tanto di musica a ritmo. C’è anche Silvana da Bitonto, mamma ex commessa determinata in cucina. Ora è una casalinga con l’ossessione dei fornelli! Anche per la pugliese con storia personale allettante arriva il grembiule bianco di MasterChef con tre sì.

    Giuseppina a MasterChef

    22:00Giuseppina, un po’ stralunata, sbaglia i conti col tempo a disposizione, poi alla fine il piatto è pronto ma butta tutto. “Come mangiare un piatto nell’immondizia”, perché l’aspirante concorrente tenta di ricomporlo. Momento macchietta a MasterChef, i giudici schifati. Tre no secchi e lei dà degli “stronzi” al trio di chef stellati.

    22:10 – Il secondo inedito episodio subito dopo la pubblicità. Simone ha 45 minuti per cucinare il suo piatto, anche se cucinare per lui non è un lavoro, dice. Elettricista di 24 anni, ha imparato a cucinare grazie alla nonna. La fidanzata l’ha lasciato, pare – pare eh! – gli abbia messo le corna: è MasterChef che sdogana il gossip tra i fornelli! Simone dimentica di salare l’acqua, Cracco lo guarda male, ma non delude Barbieri. Anche per Simone arriva il grembiule bianco di MasterChef (seppur con il no di Cracco).

    22:20 – Carrellata di aspiranti ed è la volta di Elena dalla provincia di Bari, 38 anni, un piatto povero, dice, merluzzo con ricotta e fiori di zucca. Elena provoca i giudici indossando una maglietta con la scritta: “Per farlo bene non basta una zucca, ci vuole la patata”. Il brodo. Che avete capito! La salsa non convince Barbieri, mentre Cracco e Bastianich sono un po’ nauseati. I giudici si innervosiscono un po’, per la maglietta e per il piatto (che ha il pesce crudo e la salsa immangiabile). Tre no per lei.

    La maglietta di Elena

    22:25Chiara Zanotti da vicino Roma, porta dei funghi e i giudici non si fidano.

    “Se io fossi un fungo che tipo di fungo sarei?”, ironizza Bastianich. Parte la gara a chi è il fungo più bello, i giurati si compiacciono all’idea di essere dei funghi, buoni da mangiare, o velenosi… Chiara conquista il grembiule bianco di MasterChef: tre sì per lei, li ha stregati la passione per un ingrediente in particolare! C’è anche Laura Bonazza e infatti – colpa del nome – ha una passione dichiarata per l’homo Carlo Cracco. Complimenti a gogò e via con le domande: è sposata? Cracco e Bastianich s’informano, così in cucina ci finisce pure il frutto della passione. Sarà un caso? C’è feeling e per Laura arriva il grembiule bianco!

    22:40 – Eccoci dopo la pubblicità, continua la ricerca dei migliori chef. Al momento in video la storia di Nicolò, che alleva galline dalle uova fresche, ma studia anche alla facoltà di Agraria. Porta il piatto “Ali di razza”, Bastianich chiede a Barbieri cosa sia la razza. A quanto pare la ragazza l’ha lasciato perché teneva più alle galline ornamentali! Era gelosa. Comunque sia, a proposito di cucina, fioccano i complimenti, anche se il piatto “è strano”, concordano i giudici. Anche per Simone arrivano i tre sì e il grembiule bianco.

    22:45 – Il ligure Andrea, disoccupato, qualche anno fa è stato operato e gli hanno lasciato una garza nella schiena. Ha lavorato all’obitorio, poi dopo l’operazione ha lasciato stare, mantenuto e curato dalla moglie. A 52 anni non ha lavoro perché è impossibile trovarne in Italia a quell’età. Allora prova la strada in salita a MasterChef con pesto. “Sei un po’ sfigato”, gli dice Barbieri. La fortuna non gli appartiene proprio, ma non è sfortuna, più colpa di un piatto “terrificante” dice il Joe degli Usa. Tre no per Andrea. Carrellata di aspiranti, perlopiù donne, c’è anche il vecchietto energico. Problemi nel piatto per una aspirante concorrente: c’è un insetto in cucina!

    Andrea a MasterChef

    22:50 – E’ tempo di preparare con rispettivo assaggio. Per Valeria, timida e introversa aspirante concorrente di MasterChef, il rischio è alto: ci tiene molto ad entrare nella MasterClass, piange per la tensione. I giudici si guardano e si riguardano, il suo piatto non è dei migliori, ma la giuria si divide. Alla fine, Valeria conquista due sì e il grembiule bianco. I giudici scommettono su Valeria: sarà protagonista di MasterChef? Ennesima carrellata di aspiranti chef: dalla napoletana (che non manca mai), al cuoco che sembra un oste (per Barbieri). Almeno tre nuovi grembiuli bianchi.

    23:00 – Attenzione, attenzione! Un-o s-gradito ritorno a MasterChef: vi ricordate Genevieve e la ricotta di pecora dell’anno scorso? Fu cacciata perché mentì su un ingrediente, non proveniva – come invece riferito – da Piana di Sorrento. Ci riprova con agnello e fichi caramellati. Ricomincia a parlare senza fermarsi, ancora dubbi sulla provenienza degli ingredienti. Il suo “Agnello in creta” produce forti dubbi nei giurati, anche se la differenza con l’anno scorso si fa sentire, dicono. Contraddice anche Barbieri: fioccano no come coriandoli a Carnevale? Bastianich la salva, Cracco pure ma ci tiene a precisare: “Per tua fortuna ha parlato il piatto per te”. Due sì e il grembiule bianco per Genevieve. Termina qui la prima puntata di MasterChef. La prossima settimana gli episodi n.3 e 4 con le battute finali delle selezioni e l’inizio della gara.

    Genevieve un anno fa

    MasterChef: da giudici a mini showman

    A confronto, la giuria di Ballando con le Stelle è vecchiume da scrivania. Che in TV già da tempo i giudici di MasterChef fossero innovativi è cosa nota, anche solo per la popolarità che hanno avuto in questi anni. Ma che addirittura diventassero tutti e tre dei piccoli showman questo non ce lo si aspettava di certo con facilità.

    Le “grandi” giurie della TV generalista sono bacchettone allo stesso modo, ma di smuoversi dalla poltrona d’oro riservata, ad esempio, neanche l’ombra. A Sky Uno il trio di giurati dell’Ave Cucina ha subìto una profonda mutazione: sono passati da maestri bacchettoni (per non dire affetti da cattivismo cronico, come infinitamente detto) a show man intrattenitori della prima serata.

    Non ci credete? E’ vero, restano le storie personali raccontate attraverso la cucina, anzi, addirittura vengono potenziate – almeno in questa prima puntata condensata al massimo con montaggio frenetico e incalzante, e sì, davvero impeccabile. Ma, d’altro canto, è la personalità “in movimento” dei tre giudici che viene fuori con maggiore appeal per i telespettatori.

    Così, come è successo stasera, è facile ritrovarsi Joe Bastianich di fronte a una Paola, l’aspirante concorrente che vuole aprire un ristorante su un albero (sì, avete capito bene!): il giudice per così dire decide di “andare in scena”, usando una pedana di legno per simulare il ristorante. E Cracco se la spassa perché le dice che dovrebbe chiamarlo “da…pino”. E come dargli torto.

    Ma non solo, perché MasterChef à la Detto Fatto sdogana pure il gossip tra i fornelli: “vittima” è Simone, 24 anni, i giudici gli chiedono perché sia finita con la sua fidanzata. Questioni di corna, dice lui, e la cucina diventa anche un’espediente per sapere della vita privata di questi chef amatoriali. C’è pure Nicolò, a cui si chiede se sia stato lasciato dalla compagna perché gelosa della sua passione per le galline ornamentali…

    Può bastare? Macché. Prendete Bastianich, ad esempio, uno che è riuscito a mettere in ginocchio anche un conte, Giuseppe. Alla fine della fiera l’aspirante chef ha ottenuto il grembiule bianco, ma non ha avuto nessun timore, né nessun dubbio prima di inginocchiarsi davanti al giurato targato USA solo perché glielo aveva chiesto. E poi c’è Barbieri, che ad Andrea, disoccupato, operazione alla schiena con problemi, che non passa nemmeno a MasterChef, gli dice: “Sei un po’ sfigato”.

    Bastianich fa finta di stare su un albero e assaggia il piatto

    2139

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI