MasterChef Italia 3, Joe Bastianich: ‘Non sono cattivo, mi dipingono così’ [VIDEO]

MasterChef Italia 3, Joe Bastianich: ‘Non sono cattivo, mi dipingono così’ [VIDEO]

MasterChef Italia 3, Joe Bastianich: 'Non sono un giudice cattivo, mi dipingono così'

    MasterChef 3, Bastianich: 'Non sono cattivo, mi dipingono così'

    Joe Bastianich è il più cattivo dei giudici di MasterChef Italia e Televisionando lo ha incontrato per sapere se anche in questa edizione assisteremo a urla, lanci di piatti e linguaggio scurrile o se, invece, resteremo sorpresi da un Joe più morbido. Sicuramente dovremo attendere la messa in onda del talent (in partenza giovedì 19 dicembre su Sky Uno) per capire che Joe vedremo; per il momento, dopo averlo intervistato, possiamo affermare di avere ancora qualche dubbio sulla sua bontà.

    MasterChef Italia 3 è al via e per scoprire qualcosa in più della nuova edizione non potevamo fare a meno di chiedere qualche dettaglio a Joe Bastianich, il più cattivo dei giudici che, grazie al suo linguaggio diretto e, soprattutto, alle imitazioni del buon Crozza, è diventato in pochissimo tempo un personaggio televisivo a tutti gli effetti. Gli abbiamo chiesto come sarà la nuova edizione di MasterChef e ci ha anticipato che ne vedremo delle belle: “Sarà molto diversa dalle precedenti, i concorrenti sono a un livello superiore e sicuramente sarà una grande, grande annata“.

    Come non credergli?! Del resto, i concorrenti di MasterChef si sono sempre contraddistinti per la loro bravura e maestria tra i fornelli; in più, sappiamo già che quest’anno verrà riservata particolare attenzione alle storie personali e questa mossa astuta degli autori potrebbe rivelarsi la mossa vincente per consolidare ancor di più un format già di per sé forte. Parlando di cambiamenti del format, poi, Bastianich ha sottolineato in conferenza stampa che il prodotto si è evoluto, così come i concorrenti sono più bravi rispetto alle edizioni precedenti e ha anche confessato la sua voglia di mettersi in gioco…ai fornelli!

    Ebbene sì, Joe Bastianich vorrebbe imitare i colleghi Bruno Barbieri e Carlo Cracco, tanto da chiedere a quest’ultimo un posto da stagista e quando il buon Cracco gli fa notare che ha tanto da imparare, ma che “diventerà bravo, ne sono certo” Bastianich risponde così: “Eh sì, volevo fare il cuoco anch’io, **bestemmia**!

    Ancora più curiosi di capire cosa si cela realmente dietro l’aspetto da duro, gli abbiamo chiesto se quest’anno assisteremo a un Bastianich più morbido.

    Risposta: “Io sono bravo, non so perché tutti mi dipingono cattivo. Sai perché? Perché forse mi esprimo in una maniera diretta, provengo da un’altra cultura, quella americana, ma alla fine sono bravo.” Gli credete? Alt! Prima di rispondere, leggete cosa ha risposto pochi minuti prima a chi gli ha chiesto cosa ne pensasse dei concorrenti: Dei concorrenti non mi frega un ca*** perché non li vedo più, non hanno più impatto sulla mia vita“. Chiaro, no?

    503

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI