Mario di Maccio Capatonda: i video di Mtv su You Tube fino all’episodio 18

Mario di Maccio Capatonda: i video di Mtv su You Tube fino all’episodio 18

Mario è la nuova serie tv di Maccio Capatonda, in onda ogni giovedì su MTV alle 22:50

da in Mtv, Maccio Capatonda
Ultimo aggiornamento:

    Mario di Maccio Capatonda: i video di Mtv fino all'episodio 6

    Mario di Maccio Capatonda: i video di Mtv fino all'episodio 6

    Mario di Maccio Capatonda è la nuova serie tv con cui Marcello Macchia ha deciso di tentare la strada della serialità televisiva. Per farlo ha scelto un prodotto, da lui interamente realizzato, che viaggia negli sconfinati ambiti del surreale e ha tutte le caratteristiche di quegli sketch che hanno reso famoso il comico, con in più la narrazione orizzontale propria della serialità.

    Maccio presta il volto a numerosi personaggi che compaiono nei vari episodi, a partire dal protagonista Mario. Quest’ultimo è un giornalista abbandonato da piccolo di fronte alla sede del telegiornale MTG. Una volta adulto è diventato conduttore del notiziario, ma la sua vita si è trasformata in un inferno a causa di un perfido editore e di soggetti a dir poco strampalati che gli gravitano intorno.
    Accanto a Capatonda troviamo Pippo Lorusso, nei panni del cronista Salvo Errori; Francesca Macrì in quelli dell’inviata Jo Cagnaccia; Marco Mazzoli, conduttore del programma radiofonico Lo Zoo di 105, nel ruolo di un ginecologo; in più, tutti i protagonisti degli sketch passati di Capatonda, ovvero Herbert Ballerina, Ivo Avido, Rupert Sciamenna, Ector Baboden e Katherine J. Junior.
    La fiction-sketch-comedy si compone di 18 episodi di mezz’ora ciascuno, in onda il giovedì alle 22:50 su Mtv, dal 28 febbraio 2013.

    Al momento non è confermata alcuna seconda stagione ma, dato il buon riscontro ottenuto dalla prima, è molto probabile che si realizzerà un seguito.


    Episodio 1 – Cavoli amario

    La vita del giornalista Mario viene stravolta quando l’emittente per cui lavora, la MTG, viene venduta alla famigerata Micidial Corporation. Questa impone i suoi sponsor durante le dirette del notiziario e Mario si oppone, minacciando il licenziamento. Il nuovo proprietario, Lord Micidial, lo ricatta però con una penale inserita in diagonale nel contratto. Mario è pertanto costretto a rimanere e ad insegnare il mestiere di giornalista a Ginetto, figlio del perfido capo.



    Episodio 2 – Ginetto senza G

    Lord Micidial e Ginetto si presentano ufficialmente allo staff dell’MTG. Per Ginetto inizia la fase di apprendistato, durante la quale dovrà seguire attentamente il lavoro di Mario. Quest’ultimo non è affatto felice della piega che ha preso la sua vita professionale, senza contare gli intoppi in quella privata.


    Episodio 3 – La sciabolata

    Mario continua la ricerca del direttore scomparso e, nel frattempo, si rivolge all’avvocato Scatarrutti per sottoporgli la questione della clausola diagonale. Il legale lo informa che la pratica è nota nell’ambiente come ‘sciabolata’ ed è inattaccabile. Intanto, Ginetto prende alla lettera le istruzioni di Mario e si reca a ‘Quel Paese’, dove riesce a fare uno scoop a suo giudizio sensazionale.



    Episodio 4 – Sciopero della faccia

    Come forma di protesta per gli eventi che hanno stravolto la redazione, Mario decide di condurre il notiziario senza mostrare la sua faccia al pubblico. Per farlo, ricorre agli stratagemmi più strampalati. Più tardi scopre una lettera di Paolo Buonanima, in cui il direttore spiega i motivi della sua sparizione. Tuttavia, il testo è stato in realtà scritto dalla segretaria Carolina dietro dettatura di Lord Micidial.



    Episodio 5 – A di ahia

    Mario si reca da Lord Micidial con la presunta lettera di Buonanima in mano e si scusa per averlo accusato della sparizione dell’ex direttore. Il giornalista decide quindi di impegnarsi nella formazione di Ginetto, ma le cose si complicano di molto quando si scopre che il ragazzo non sa leggere. All’MTG viene quindi chiamato un insegnante di italiano, Rodolfo Divino Commedia, col compito di istruire Ginetto.



    Episodio 6 – Puntata bella

    Ginetto non mostra alcun miglioramento nei suoi studi e l’insegnante lascia l’incarico in preda a frustrazione. Più tardi, Mario rinviene Genny distesa a terra priva di sensi e chiama un’ambulanza. I soccorsi accertano che la donna ha subito un trauma cranico ed è in coma. Ginetto confessa a Mario di essere lui il responsabile dell’accaduto, avendo colpito la truccatrice alla testa.


    Episodio 7 – Cappelli

    Mario conosce la nuova vice-direttrice della redazione, Marta Franceschini. La donna gli rivela che anche lei è finita a lavorare per la Micidial per via di una clausola contrattuale, nel suo caso una in 3D. I due decidono di allearsi per sconfiggere il nemico comune, che a quanto pare si sarebbe reso responsabile anche di tutta un’altra serie di atrocità: l’omicidio di Kannedy, l’attentato alle Torri Gemelle, le scie chimiche e addirttura la calvizie umana. Mario invita Marta a cena, per discutere del loro piano, e la vice-direttrice si presenta con tutto il materiale compromettente a sua disposizione: in questo modo Mario potrà smascherare in diretta la compagnia. Tuttavia, i due non si accorgono di essere registrati di nascosto da Michelangelo, l’assistente di studio.


    Episodio 8 – Amore amario

    Il mattino dopo Mario e Marta si incontrano sulla terrazza ma il giornalista le confessa di non essere riuscito a preparare in tempo il servizio che avrebbe dovuto distruggere l’azienda. Intanto Michelangelo si presenta da Lord Micidial con le registrazioni audio ma, quando vanno per ascoltarle, si scopre che l’assistente le ha sovrascritte per errore. Al termine della diretta Mario raggiunge Genny in ospedale e quando il conduttore la bacia, la donna si risveglia di colpo dal coma, schiaffeggiando Mario e fuggendo via. Più tardi si scopre che si è trattato di una sceneggiata messa in atto da Lord Micidial e che Genny in realtà è sua figlia, di nome Melanie. Mario scopre di essere stato raggirato e, disperato, sviene.


    Episodio 9 – Plop

    Mario cerca di convincere Genny a sporgere denuncia nei confronti di Ginetto, responsbaile dell’incidente della donna. Quest’ultima però non ne vuole sapere e ripete ossessivamente che non denuncerà nessuno. Grazie a un flashback si scopre che il suo volere è stato influenzato da Lord Micidial, ricorso alla manipolazione mentale durante il coma di Genny. Più tardi, il conduttore scopre che un suo fuorionda è stato inserito nel programma Plop e si infuria con i suoi collaboratori. La stessa trasmissione comunica la notizia di un tifone abbatutosi sulla Costa Rica: Mario pensa che Buonanima sia scappato proprio in quello Stato.


    Episodio 10 – Ceffone

    Mario convince l’inviato Amarino Mallo, diretto al Polo Nord per realizzare un servizio, a spostarsi invece in Costa Rica, al fine di rintracciare Buonanima. Melany si accorge del cambiamento in corso e cerca di porre rimedio.

    La ragazza e Mario cominciano a litigare furiosamente: lui la insulta e lei gli tira un ceffone con l’apparecchio sponsor della puntata. Entrambi si adoperano per mandare Amarino verso l’una o l’altra destinazione e, quando l’inviato si collega dal Polo Nord, Melany esulta per la vittoria riportata. In realtà, si scoprirà poi che lo sfondo era puramente scenografico e che Amarino si trova in realtà in Costa Rica. Mario non può però festeggiare, perché l’inviato non trova traccia di nessun italiano di nome Buonanima.
    Nel frattempo, interviene addirittua Gesù per insegnare a leggere a Ginetto, ma l’impresa si rivela impossile persino per lui.

    Episodio 11 – 252385736 secondi

    Mario telefona a Michelangelo per avvertirlo che Buonanima non si trova in Costa Rica e che la lettera che hanno ritrovato è pertanto falsa. A quel punto, l’assistente di studio decide di confessare tutta la verità sul conto di Lord Micidial, di cui lui stesso si è reso complice. Il giornalista si precipita quindi nell’ufficio del direttore, minacciando di denunciarlo, ma quando prova a contattare le forze dell’ordine tutte le chiamate vengono dirottate sul cellulare di Micidial stesso. Intanto, Ginetto fa un incontro particolare con una bambina e poi lascia Mario senza parole, dimostrandogli di aver finalmente imparato a leggere.

    Episodio 12 – Donatello

    Mario è entusiasta dei progressi di Ginetto e verifica con enorme soddisfazione che il ragazzo ha davvero imparato a leggere. Nel frattempo, Lord Micidial ha licenziato Michelangelo e il suo posto come assistente di studio viene preso da un certo Donatello. Quest’ultimo si è assicurato quella posizione dopo aver vinto un concorso della Micidial, ma si rivela tutt’altro che capace: il giovane commette un errore dopo l’altro, facendo infuriare il povero Mario. Al termine della difficilissima diretta, il giornalista insegue Donatello fuori dall’edificio ma, giunto al cancello d’ingresso, viene bloccato dallo sponsor della puntata: trattasi di un cartonato di Franco Baresi.

    Episodio 13 – Pompiere che indaga su Buonanima

    Il vigile del fuoco Pompiero inizia le indagini sulla sorte di Buonanima, ma l’uomo non si rivela particolarmente efficiente e anzi il suo operato è decisamente fallimentare. Intanto, Melany manifesta l’intenzione di chiedere scusa a Mario per come si è comportata e il giornalista scoppia in lacrime dichiarandole il suo amore. La ragazza cerca allora di rimediare offrendo il proprio aiuto per la ricerca del direttore scomparso, ma purtroppo Mario non si fida più di lei. Alla fine Michelangelo, nel frattempo riassunto all’emittente, è costretto a somministrargli un ‘calmario’.


    Episodio 14 – Pompiere che indaga su Buonanima 2

    Mario suggerisce a Pompiero di cambiare strategia d’azione e di prendere di mira Lord Micidial, nella speranza di carpire informazioni sul povero Buonanima. Il vigile del fuoco inscena allora un incendio e, quando tutti i dipendenti fuggono dall’edificio, si introduce nell’ufficio del direttore: qui trova un fascicolo ricco di elementi sulla scomparsa di Buonanima, ma finisce per spruzzarci sopra accidentalmente con l’estintore. Tutta la fatica è stata vana. Nel frattempo, Ginetto fa una prova di conduzione, ma Mario lo ritiene ancora del tutto impreparato e lo boccia.


    Episodio 15 – Sei pallini

    Mario è estremamente nervoso dopo la distruzione dei documenti che incriminavano Lord Micidial. Michelangelo gli somministra allora due pastiglie di Calmario, sponsor della puntata, e il povero giornalista si trova nuovamente sotto gli effetti del farmaco per tutta la durata del notiziario. Nel frattempo, Melany approfitta dell’assenza del padre per introdursi nel suo ufficio e fare delle ricerche: la ragazza trova un fascicolo contenente tutti i crimini commessi da Lord Micidial, ma tra questi non compare il rapimento di Buonanima. Mario non sa se credere alla buona fede della giovane e, in preda a gelosia, bacia Genny di fronte alla stessa Melany.


    Episodio 16 – Giobbe

    Melany decide di visionare le registrazioni delle telecamere interne per scoprire gli spostamenti di Buonanima il giorno della scomparsa. Si reca quindi dalla guardia giurata Ozio, si fa consegnare i filmati e li esamina attentamente con un tecnico di nome Giobbe. Intanto, Mario confessa a Genny di averla baciata solo per far ingelosire Melany e la donna si infuria come una belva. Ginetto informa il giornalista di aver realizzato un’intervista molto importane, ma sfortunatamente si è dimenticato di registrarla. Melany comunica a Mario che stando ai filmati Buonanima non ha mai lasciato l’edificio e l’uomo decide allora di tentare un’ultima strada: interpellare Pino Cammino, il ‘passante di professione’ spesso comparso nel notiziario.


    Episodio 17 – Ho visto tutto

    Mario è sempre sulle tracce di Pino Cammino, deciso più che mai a risolvere il mistero della scomparsa di Buonanima. Il giornalista non riesce però a rintracciare l’inviato, che risulta sparito dalla faccia della terra. Il nostro eroe è ignaro del fatto che Lord Micidial sta lavorando nell’ombra per intralciare nuovamente i suoi piani. Intanto, Ginetto rivela a Genny della storia d’amore sbocciata tra Mario e Melany. La donna impazzisce letteralmente dalla gelosia e medita vendetta. Proprio durante un bacio apapssionato tra Mario e Melany, Genny irrompe nella stanza e spara un colpo di pistola, che colpisce l’uomo in pieno petto.


    Episodio 18 – Il vecchio e il Mario

    Genny fugge dallo studio in preda ai sensi di colpa, ma fortunatamente Mario indossava un giubbotto antiproiettili che gli salva la vita. All’improvviso si presenta in redazione Pino Cammino e Mario esulta perché può finalmente chiedergli notizie di Buonanima. Tuttavia, Lord Micidial interviene a zittire il testimone con la ‘Mutolina’. Mario e Melany vengono rinchiusi in uno sgabuzzino, per poi essere liberati dallo sponsor promozionale della puntata: la ‘Superbimba Micidial’. Tornati in studio trovano Lord Micidial, che fa una sconvolgente rivelazione al giornalista: è lui il suo vero padre, come prova l’inconfondibile voglia a forma di ‘M’ sulla schiena. Subito dopo, il nostro sventurato eroe scopre di essere stato protagonista di una candid camera, ‘Scherzi a Mario’, ma sarà davvero così?

    2659

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MtvMaccio Capatonda