Maria De Filippi, nostra Signora della Tv

Maria De Filippi, nostra Signora della Tv

Un primo bilancio della stagione tv di Maria De Filippi, tra la partecipazione al 59mo Festival di Sanremo alle crede dialcuni suoi programmi storici, da Amici a Uomini e Donne

    Sta per concludersi l’ottava edizione di Amici e Maria De Filippi si prepara a chiudere un’altra stagione di successi coronata dalla partecipazione al 59mo Festival di Sanremo come Primadonna della serata finale nella quale ha incoronato vincitore il suo Marco Carta. Cosa ci riserverà per la prossima stagione tv Maria la Sanguinaria?

    Anche se manca ancora qualche mese al termine della stagione televisiva 2008/2009 iniziamo a stilare un bilancio dell’annata di Maria De Filippi, signora incontrastata dell’Auditel, ribattezzata non a caso Maria la Sanguinaria, e bandiera di Canale 5 con il pallino per le contaminazioni.

    Che Mediaset ormai le stia stretta si è capito già da qualche tempo: prima che le venisse rinnovato il contratto per un altro quadriennio, la De Filippi aveva mostrato l’intenzione di ‘smarcarsi’ dalle logiche aziendalistiche e seguire l’esempio dell’amico Paolo Bonolis, puntando sempre di più alla sua attività di autrice e produttrice con la sua società, la Fascino, e sempre meno alla sua carriera di conduttrice, di volto di punta delle sue trasmissioni.

    Esperimento che ha tentato ad inizio stagione con Il Ballo delle Debuttanti, reality flop condotto da Rita Dalla Chiesa e chiuso dopo poche puntate: un esordio non proprio incoraggiante per Maria ‘produttrice’, ma l’ennesima conferma che senza di lei in video i suoi programmi perderebbero molto. Programmi che proprio in questi mesi Maria stessa ha messo in discussione prima con la ‘denuncia’ degli accordi tra i tronisti di Uomini e Donne e la stampa rosa, poi con la strigliata alla Commissione di Amici. Due mosse che il pubblico tv e gli estimatori di Maria hanno apprezzato, anche se continuano a chiedere a gran voce che vengano corrette delle storture che stanno inevitabilmente stanno logorando i due programmi di punta della De Filippi. Mai come quest’anno, infatti, i troni di Uomini e Donne hanno mostrato la corda (su tutti il caso di Federico Mastrostefano, un affronto all’intelligenza del pubblico) e Amici ha perso lo smalto di scuola per trasformarsi in un ‘banale’ talent. In basso un video tratto da Matrix in cui si ripercorre la carriera di Maria De Filippi.



    Ma tornando a Maria altri elementi fanno capire quanto ormai sia limitativo per lei l’appartenenza ad un polo tv. E’ stata lei a lanciare la tendenza dell’anno, il crossover (o per dirla alla Aldo Grasso il Guerrilla Marketing), accettando non solo il ruolo di primadonna al Festival di Sanremo (vedere lei, anima di Canale 5, scendere dalle scale dell’Ariston nell’evento clou della Rai è stata una ‘sensazione rara’) ma anche ospitando Bonolis ad Amici per un promo di Sanremo e lanciando poi l’idea di un collegamento con XFactor nel primo martedì di sfida diretta.
    Una tendenza consolidatasi con Fiorello, che si è ‘infiltrato’ in Blob, XFactor, Striscia la Notizia per ricordare al pubblico il suo nuovo show su Sky e che ha ricevuto anche l’omaggio a sorpresa di Mike Bongiorno.

    In sostanza Maria non smentisce la sua fama di Signora dell’Auditel, ma qualche crepa nei suoi programmi storici inizia a diventare preoccupante. Saremmo davvero contenti di poterne parlare con lei e rivolgerle qualche domanda sui suoi progetti futuri e sul bilancio di quest’annata tv prossima alla conclusione. Proviamo a lanciare un appello, quasi una ‘supplica’ a Nostra Signora della Tv: chissà che le nostre preghiere non siano esaudite.

    765

    ALTRE NOTIZIE