Maria De Filippi: ‘I 180 milioni di Discovery? Non sono poi così tanti’

Maria De Filippi: ‘I 180 milioni di Discovery? Non sono poi così tanti’

La conduttrice Mediaset rivela il compenso propostole per avere un canale tutto suo

    Maria De Filippi ha rifiutato i 180 milioni che Discovery le aveva proposto per abbandonare le reti Mediaset e traslocare in altri uffici dandole la possibilità di avere un canale tutto suo. Come mai la Sanguinaria ha deciso di rimanere ancorata alla rete del Biscione e declinare l’invito di Discovery? Maria De Filippi è sempre stata una donna ponderata e, al di là del compenso da capogiro, ha avuto la ‘paura di non essere all’altezza’ perché una programmazione che deve occupare l’intera giornata di un canale televisivo richiede ‘competenze anche nel marketing’ che lei, ancora per il momento, pare non avere.

    I 180 milioni che Discovery ha proposto a Maria De Filippi ‘non sono poi così tanti’. A dichiararlo è la stessa conduttrice Mediaset in un’intervista rilasciata ad Alberto Dandolo per il settimanale Oggi. Durante la conferenza stampa del serale di Amici, Queen Mary era stata interrogata sulla possibilità di un passaggio a Discovery con un canale tutto suo: ebbene, la proposta era giunta veramente ma la conduttrice ha rifiutato l’offerta. ‘Per una programmazione 24 ore su 24 per tre anni non sono poi così tanti, considerando che si trattava di una rete “in chiaro” che doveva competere nel panorama televisivo. Da un lato è stata una grossa gratificazione, dall’altra avevo anche la paura di non essere all’altezza’.

    Anche Maria De Filippi, dunque, ammette di non avere tutte le capacità per portare al successo un programma perché, nel caso specifico di Discovery, avrebbe dovuto avere delle competenze di marketing che le mancano: ‘Non si tratta solo di condurre o produrre per altri ma di creare un vero palinsesto e bisogna avere competenze anche nel marketing.

    Ho avuto l’impressione che si trattasse di un altro lavoro e ho pensato fosse il caso di continuare il mio’. Il lavoro della De Filippi continua, così, per le reti Mediaset e i successi che finora sono arrivati dipendono non solo da lei ma anche dal gruppo di collaboratori da cui è circondata: ‘[…] ho anche la fortuna di avere le persone giuste nei posti giusti. A differenza di quanto si può pensare, sono una che delega…Con me lavorano quasi 180 persone, e sono tutte importanti…[…] E per tutti i programmi c’è un lavoro di squadra fatto da oltre 15 persone che collaborano con me e di cui mi fido completamente’.

    Nonostante i programmi condotti e ideati da Maria De Filippi riscuotano sempre un enorme successo, la Queen non dimentica la ‘bastonata’ ricevuta con Missione Impossibile, uno – e forse l’unico – programma flop di cui si assume la piena responsabilità : ‘[…]mi chiesero se volevo degli autori e con aria sprezzante dissi di no. Ho preso una sonora bastonata, che mi è servita perché ho capito che certe figure servono eccome… L’idea di produrre mi piaceva e però mi spaventava. Oltre alla possibilità di sbagliare, che io invece contemplo e rivendico, c’era il fatto che, se sbagliavo, altre persone ne venivano penalizzate’. Tuttavia questa ‘apprensione’ le è passata nel corso del tempo e, così, sono nati il Coca Cola Summer Festival e Temptation Island.

    Intanto, Maria De Filippi non rimpiange assolutamente di aver rinunciato ai 180 milioni offerti da Discovery perché, come le ha più volte ripetuto e insegnato Maurizio Costanzo, ‘i soldi non te li porti nella tomba e la vita che ognuno deve fare deve essere la vita che gli piace’.

    650

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI