Maria De Filippi contro tutti

Maria De Filippi contro tutti

Maria De Filippi scatenata nell'intervista rilasciata all'Espresso e pubblicata ieri

    Maria De Filippi e l’intervista a L’Espresso

    Intervista al vetriolo quella concessa da Maria De Filippi all’Espresso e pubblicata ieri. Maria la Sanguinaria, in ‘leggera’ crisi di ascolti con i suoi Amici, pallida copia di ciò che furono, lancia strali alle colleghe alla tv generalista, destinata a soccombere a Sky.

    Non ci va certo leggera Maria De Filippi: non che abbia mai amato la diplomazia ma fa specie sentirla così apertamente critica nei confronti di colleghe e sistema tv generalista. Parla ormai più da produttrice che da conduttrice, peraltro ‘bandiera’ di Canale 5 con la triade Uomini e Donne, Amici e C’è Posta Per Te, solitamente programma ‘salva stagioni’ per Mediaset.

    Tre titoli prodotti dalla Fascino Srl, casa di produzione che ha partorito anche un leggendario flop come Il Ballo delle Debuttanti, ma che potrebbero traslocare. Tra qualche mese termina il contratto tra la Fascino e Mediaset e si preannunciano trattative per il rinnovo, ma a Maria non dispiacerebbe affatto produrre anche per la Rai, mentre qual cosina per Sky già la fa. “Facciamo dei programmini per Sky. Ma non mi va di continuare a farlo di soppiatto, come un sorcio. Così, visto che tra qualche mese scade il contratto tra Fascino e Mediaset, l’argomento clou sarà questo. Ma le dirò di più. Sarei pazza di gioia a produrre per la Rai. Purtroppo non me lo permetteranno mai”.

    Ma si allunga anche l’ombra di Sky, che al marito Maurizio Costanzo non dispiace e che per Maria è la vera antagonista della tv ‘tradizionale’. “L’80% di quello che guardo è su Sky – dice Maria – è una tv forte con delle reti fatte veramente bene. Ora Italia1 ha iniziato a trasmettere la prima e la seconda stagione di Grey’s Anatomy. RaiDue fa lo stesso con Brothers and Sisters. Tutti telefilm che ho già visto e stravisto su Sky. Se i telespettatori iniziano a comportarsi come me, la preoccupazione ci deve essere eccome!”.

    Eh sì, anche perché l’analisi di Maria sull’offerta tv è piuttosto laconica. Nonostante stia per calcare il palco dell’Ariston (rassicurando il mondo sul fatto che non si vestirà certo come Milly Carlucci) la De Filippi non è dolce neanche con Sanremo. “Detesto le liturgie tv.

    La scala di Sanremo. Il finto circo televisivo” dichiara Maria, che mostra di ‘detestare’ certi finti perbenismi che avvolgono molti reality show, Grande Fratello in testa. E non ha paroline dolci per Barbara D’Urso, sacerdotessa della striscia pomeridiana: “Vogliamo parlare della rissa al Grande Fratello? Tutti sappiamo bene che quando succede si può decidere se mandarla in onda o no. Non c’è diretta su Sky che tenga. Bene. Trovo terribile che si decida di farlo e si decida anche di montarci un casino. Prima sui giornali. Poi a PomeriggioCinque dove Barbara D’Urso rimanda in onda il filmato, esclamando quattro volte “Vergogna, vergogna”. Secondo me il “vergogna, vergogna” andrebbe diretto a chi decide di mandarlo in onda”. Ci sembra che ci sia poco da interpretare.

    Ovvio che parlando di reality non ci scappi un commentino anche sull’Isola dei Famosi e su Simona Ventura: “Un tempo, la televisione era, per citare un grande, Walter Chiari. Il pubblico accendeva l’elettrodomestico per vedere lui. Ora la tv è fatta dal pubblico che sta a casa. Quando Simona Ventura fa l’Isola lei è solo un mezzo. E allora a ‘ste conduttrici che si autocelebrano, con i seni strizzati che non sembrano più normali ma rassomigliano a due chiappe, alla fine ti viene da dire: Ti sposti che voglio vedere il bidello?”.

    La Regina ha sentenziato. I commenti sono superflui: o meglio, preferiamo lasciarli a voi.

    813