Maria De Filippi: ‘A Uomini e donne non ci saranno mai corteggiatori omosessuali’

Secondo Maria De Filippi, sarebbe impossibile vedere corteggiatori omosessuali a Uomini e donne: ecco perché

da , il

    Maria De Filippi a ruota libera, tra C’è posta per te, Amici e Uomini e donne. Ospite della puntata odierna di TvTalk su Raitre (e in contemporanea in onda su Canale 5), la regina della tv italiana ha analizzato le sue tre creature, non rinunciando a regalare anticipazioni e news. A partire da C’è posta per te, a proposito del quale ha dichiarato che non potrà mai andare in onda in diretta: “In genere registriamo due volte alla settimana, anche perché io vedo i protagonisti delle storie per la prima volta quando entrano in studio“.

    Come dire che ogni storia richiede uno sforzo emotivo tale che c’è bisogno di separarle l’una dall’altra: una lunga diretta non sarebbe tollerabile per Maria.

    Su Uomini e donne, invece, Maria De Filippi ha precisato che non ne vedremo mai una versione con storie omosessuali: “Non è prevista una storia tra corteggiatori“. Cosa vuol dire? Semplicemente che un conto è che quaranta donne si sfidino per corteggiare un uomo – o viceversa -, ma nel caso in cui quaranta uomini dovessero sfidarsi per corteggiare un altro uomo si creerebbe il rischio che tra gli stessi corteggiatori possano nascere flirt e relazioni.

    E ancora: “Su Uomini e donne (il cui format è stato venduto in Spagna) è stato detto tutto: certo è che il quotidiano ti insegna a fare televisione“.

    Infine, Amici, dove l’anno scorso è stato ospitato Matteo Renzi: “Non lo conoscevo, gli ho telefonato e mi ha detto sì. A differenza di altri politici che mi avrebbero detto no. Secondo voi Bersani sarebbe venuto? Altri politici? Non so, Renzi era una scommessa, nello studio vogliono vedere il programma“.

    In effetti, il pubblico di Amici è molto più interessato alla gara che non al discorso di un politico. E Berlusconi? “Ah, lui non sarebbe stato nei tempi“.

    A proposito del trasloco del daytime del talent su Real Time: “Mediaset ha tanti luoghi in cui il daytime avrebbe potuto trovare spazio, ma per me Real Time in quel momento era la rete più giusta; inoltre, era la possibilità per Fascino (la sua società di produzione, ndr) di uscire da Mediaset“.

    La regina di Canale 5, poi, ha rivelato: “Faccio quello che faccio perché mi piace farlo. Quando Amici era diventato la ripetizione di se stesso ho smesso di farlo perché mi annoiavo; quando mi sono stancata del meccanismo del trono a Uomini e donne, ho introdotto gli Over“.

    Nessuno scoop, invece, riguardo un suo passaggio a Sky: “Ora mi dedico ad Amici e a C’è posta per te, in futuro ci penserò“.