Marco Rulli, il nuovo Scamarcio?

Marco Rulli, il nuovo Scamarcio?

Marco Rulli, l'erede di Scamarcio, protagonista di Ti Stramo di Pino Insegno

    Il confronto tra Marco Rulli e Riccardo Scamarcio, idolo delle ragazzine e interprete di teen movie italiani di successo, non è certo causale. Al di là del capello riccio e degli occhi chiari e penetranti, l’esordiente Marco Rulli, infatti, si è misurato proprio con il riccio pugliese nel film parodia Ti Stramo, diretto da Pino Insegno con la collaborazione di Gianluca Sodaro. La sfida tra i due è ufficialmente aperta.

    Ti Stramo è solo il sottotitolo di un film che riassume nel suo titolo originale il meglio (e il peggio) della produzione di genere adolescenziale/romantico che sta spopolando da qualche anno i box office italiani. Ho voglia di un’ultima notte da manuale prima di tre baci sopra il cielo… Scusa ma ti chiamo film è infatti il titolo completo dell’opera che si inserisce in un filone diremmo vergine in Italia, quello delle parodie alla Scary Movie, una sorta di collage dei momenti e delle scene clou dei film di successo reinterpretati in chiave ironica e spesso ‘sopra le righe’. Questa l’operazione che ha spinto Pino Insegno a mettersi dietro la macchina da presa con il siciliano Gianluca Sodaro, co-regista del film, e a realizzare Ti Stramo, il cui trailer è stato presentato ieri al Giffoni Film Festival. Al centro della storia tre personaggi che richiamano subito quelli di Tre Metri Sopra il Cielo: il protagonista è Stram (che sta per Stramarcio), e impersona una versione riveduta e corretta di Step. Al suo fianco c’è Bambi (immediato riferimento a Babi), al posto di Pollo c’è Tacchino, mentre Gin diventa Tin. Non può mancare, ovviamente, Ponte Milvio con i suoi lucchetti, cui viene data una ‘banale’ funzione di antifurto di motorini.

    Nel cast anche nomi di prestigio, come Raoul Bova, Enrico Lo Verso, Corinne Clery e Franco Nero.

    Al di là di tutto, però, siamo sicuri che il film lancerà un nuovo personaggio cinetelevisivo, Marco Rulli appunto, che si avvia a far breccia nei cuori delle giovanissime. Non è da meno la coprotagonista, Carlotta Tesconi, presto icona dei sogni dei ragazzini.
    Ne sentiremo ancora parlare.

    466