Marco Paolini torna su La7 il 1° gennaio

Marco Paolini torna su La7 il 1° gennaio

Marco Paolini torna in tv con una nuova esperienza teatrale: La Macchina del Capo - Racconto di Capodanno andrà in onda su La7 in prima serata il 1à gennaio, senza break pubblicitari e in diretta dall'ex tribunale di Padova

    Marco Paolini torna in tv con un nuovo spettacolo non stop, La Macchina del Capo – Racconto di Capodanno, in onda su La7 il 1° gennaio in prima serata.

    E’ davvero un gradito ritorno quello di Marco Paolini a La7. Dopo averci regalato due serate di autentica magia con Il Sergente, tratto dal libro di Mario Rigoni Stern, e Album d’Aprile, omaggio al mondo del rugby della provincia italiana, Paolini presenta una nuova piéce teatrale che, come d’abitudine, verrà trasmessa senza break pubblicitari e in una location particolare. Questa volta lo spettacolo andrà in scena dall’ex Tribunale di Padova e sarà fruibile anche online sul sito de La7, dove, già a partire dalla prossima settimana, si potranno lasciare messaggi e commenti destinati all’autore.

    La Macchina del Capo – Racconto di Capodanno è un viaggio nella sua opera: prende infatti spunti dagli Album e dai racconti teatrali da lui costruiti tra il 1964 e il 1984. Una rilettura e una revisione delle storie del suo passato artistico che si coniuga a nuovi racconti, realizzati nell’ultimo anno.

    Con Paolini ci sarà Lorenzo Monguzzi dei Mercanti di Liquore che sottolineerà i momenti portanti della sua rappresentazione.

    Con questo nuovo spettacolo continua e si consolida la collaborazione con Marco Paolini. Un impegno che assume un linguaggio diverso dai precedenti, che rafforza il nostro rapporto professionale, ma soprattutto il legame di affetto e di massima complicità che si e’ creato con questo straordinario interprete“, ha commentato il direttore di La7, Lillo Tombolini.
    Non possiamo che dirci contenti: il ritorno di Paolini non è solo una ‘consolazione’ ma anche una conferma della strategia editoriale della nuova La7, che guarda sì alla casalinga ma non dimentica l’impegno ‘culturale’.

    355