Marco Carta testimonial contro la violenza

Marco Carta, idolo dei teenagers e vincitore di Amici 7 e del Festival di Sanremo 2009, è stato scelto dalle ministre Mara Carfagna e Mariastella Gelmini come testimonial per gli spot che promuovono la Settimana contro la violenza, che si celebrerà a partire da lunedì 12 ottobre

da , il

    Marco Carta, idolo dei teenagers e vincitore di Amici 7 e del Festival di Sanremo 2009, è stato scelto dalle ministre Mara Carfagna e Mariastella Gelmini come testimonial per gli spot che promuovono la Settimana contro la violenza, che si celebrerà a partire da lunedì 12 ottobre.

    Una settimana per riflettere sulla ‘violenza’ sempre più dilagante e sui metodi per contrastarla: ha questo obiettivo l’iniziativa promossa in collaborazione dal Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, e il Ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini che vedrà da lunedì 12 a domenica 18 ottobre una serie di iniziative, prima tra tutte la discussione a scuola (dalle elementari all’Università) sui temi del contrasto ad ogni forma di violenza, fisica o psicologica, cui saranno dedicate alcune ore di lezione con il supporto delle forze dell’ordine e di Telefono Azzurro.

    Quale miglior testimonial degli spot in onda da domani per far presa sui giovanissimi se non Marco Carta, che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa che ha per slogan “La violenza è l’unica nota stonata”. “Credo che la musica debba fare la sua parte per diffondere un messaggio positivo, di rispetto e di tolleranza, che la sua forza debba essere sfruttata da chi vuole mandare un messaggio forte, che punti dritto al cuore”, ha detto il cantante che ha sottolineato come “il compito di cambiare sul serio le cose spetta innanzitutto a noi giovani. Prestare il volto e la voce allo spot è un piccolo contributo per portare avanti questa importantissima battaglia. Se servirà a fermare anche solo un piccolo episodio di violenza o sopraffazione, a convincere un solo ragazzo, allora vuol dire che il mio impegno è stato utile”.

    Il piccolo Marco sta crescendo: bene così.