Marco Carta evade il fisco? L’avvocato lo difende: è una notizia falsa

Marco Carta non ha evaso il fisco: il terzo classificato ad Amici 11 viene difeso dal suo avvocato per cui la notizia è 'falsa'

da , il

    Sarà arrivato terzo ad Amici 11, ma Marco Carta può essere contento. Il suo nuovo album Necessità Lunatica (in apertura di post potete ascoltare i brani) è primo nella classifica iTunes e la notizia diffusa qualche giorno fa di una presunta evasione del fisco è una bufala. A negarla è stato lo stesso avvocato del vincitore di Amici 7, ma facciamo un passo indietro qualche giorno fa: la polizia tributaria di Cagliari, a seguito di alcune telefonate anonime, aveva iniziato una serie di controlli fiscali di 25 professionisti del capoluogo sardo, fra di loro c’era anche Marco Carta. L’accusa sarebbe evasione fiscale, ma l’avvocato di Carta, Fulvio Marucco, ha precisato che: ‘La notizia dà per scontato che sia stata accertata, con riferimento al mio assistito, una consistente evasione fiscale in danno dello Stato ed essa, così come riportata, getta grave discredito alla reputazione personale e artistica del Carta, che, peraltro, nelle prossime ore sarà impegnato in una importantissima manifestazione canora di livello nazionale e che gode della stima e dell’affetto incondizionato di numerosissimi fans‘.

    Come se non bastasse la notizia dell’evasione fiscale era stata pubblicata a ridosso della finale di Amici 11 (la ‘manifestazione canora’ a cui si riferisce il legale). Marco Carta aveva scelto la sua pagina ufficiale Facebook per sfogarsi: ‘Scusate ma ogni tanto vi vuole. Quante balle. Addirittura nei guai… Mmm… Vedremo! Ragazzi tranquilli! Forse c’è troppa crisi e non sanno più che dire certe persone!‘. Secondo il suo legale poi ‘nessun addebito fiscale è stato mosso al mio assistito anche perché – allo stato – è in corso una normale verifica fiscale, appena iniziata, riferibile alle dichiarazioni degli anni di imposta 2010 e 2011, sulla base di documentazione che è stata prontamente consegnata all’organo accertatore‘.

    Secondo l’avvocato, poi, la notizia è stata diffusa solo basandosi sulla fase iniziale di indagine fiscale: ‘La notizia della accertata evasione fiscale da parte del Carta non corrisponde al vero in quanto essa è stata arbitrariamente assunta sulla sola base di una iniziale fase di indagine fiscale, peraltro di natura amministrativa, che per prassi organi accertatori del Ministero delle finanze conducono su qualsiasi cittadino‘. Nell’inchiesta della polizia tributaria di Cagliari sono anche coinvolti il calciatore rossoblu Larrivey e il giocatore di poke Filippo Candio, ma come ha sottolineato il legale di Carta si tratta ancora di indagini e ancora non è stata mossa nessuna accusa formale.