Malika Ayane a Sanremo 2013: scheda e testi delle canzoni

Malika Ayane in gara tra i Big del Festival di Sanremo 2013 con 'E se poi' e 'Niente': i testi delle canzoni scritte per la cantante da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro

da , il

    Nata a Milano nel 1984 Malika Ayane è tra gli artisti più attesi dei 14 big in gara al Festival di Sanremo 2013. Lanciata dal tormentone Feeling Better, colonna sonora di un famoso spot pubblicitario, Malika è molto apprezzata per il suo particolare e riconoscibilissimo timbro di voce e collabora da sempre con i più grandi artisti del panorama musicale italiano, da Pacifico a Paolo Conte, da Giuliano Sangiorgi a Cesare Cremonini, con cui ha anche avuto una breve storia d’amore. Come Marco Mengoni, anche la raffinata ed elegante interprete italo-marocchina torna sul palco del Teatro Ariston a distanza di tre anni dalla sua ultima partecipazione al Festival. E chissà che questa non sia la volta buona. La Ayane, infatti, parte con i favori dei pronostici: secondo i quotisti Snai Malika è tra i probabili vincitori di Sanremo 2013 insieme a Chiara Galiazzo e i Modà.

    Malika Ayane è alla sua terza partecipazione al Festival di Sanremo. Passato da violoncellista al Conservatorio ‘Giuseppe Verdi’ di Milano e corista del Coro di Voci Bianche del Teatro Alla Scala, la sua carriera musicale subisce una svolta quando nel 2007 incontra Caterina Caselli che ne intuisce subito la spiccata e originale personalità artistica. In pochi forse sanno che il suo singolo Soul Waver, contenuto nell’omonimo debut album del 2008, è stato scelto come colonna sonora della serie tv americana One Tree Hill, e che ha scritto il singolo Dopo di me per Valerio Scanu!

    L’esordio sul palco della prestigiosissima kermesse canora italiana risale al 2009, quando si è classificata terza nella sezione Giovani con Come Foglie, brano vincitore del Premio Radio e Tv e tuttora suonatissimo dalle radio scritto per lei da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. L’anno successivo viene promossa tra i Big ma nonostante la bellissima Ricomincio da qui, firmata da Pacifico su musica di Ferdinando Arnò, vincitrice del Premio della Critica Mia Martini e successivamente premiata con il disco di platino, non riesce neanche a salire sul podio di Sanremo 2010 scatenando l’ormai celebre reazione dell’orchestra che buttò all’aria e strappò gli spartiti per esprimere il proprio malcontento.

    Al Festival di Sanremo 2013 Malika Ayane, che nella serata Sanremo Story canterà Cosa hai messo nel caffè, si presenta con E se poi e Niente, scritti entrambi dall’amico e collega salentino Sangiorgi e arrangiati e prodotti dalla stessa Malika.

    Niente

    di G. Sangiorgi

    Cos’ho? Ho dei tagli sul viso S’, ma io cos’ho? Che se sanguino rido E mi sciolgo un po’ Tanto non sento niente Parlo con te Sempre Anche se tu sei Assente E quelli non dicono Niente Solo un silenzio Assordante Muoio con te Sempre Quelli che parlano, parlano, parlano ancora E non resta più niente Proprio niente Del cielo che abbiamo perso Rubandoci i pezzi più neri Più neri del nero E ora più niente C’è una stella cadente Ma era l’ultima già E schiantandosi precipita Sulla mia pelle Lascia un pozzo infinito Dove tutto è finito Per sempre finito Nel fondo più fondo Della libertà Io non ho, non ho, non ho… L’obbedienza Di chi è sparito Già da un po’ Se dipingi un paradiso Io lo distruggerò Così tanto per niente Parto da te Per tornare a essere Niente Finisco a te Sempre Analizzando la gente Non ha più senso quel niente Quelli che parlano, parlano e ancora poi parlano E non resta più niente Proprio niente Del senso che abbiamo perso Nei gesti di un altro.

    E se poi

    di G. Sangiorgi

    E se poi Capissi che Tutto è uguale a prima Mi sentissi inutile Io non ho mai Pensato se Anche l’abitudine E’ un bel posto Per ritrovare me Ma senza di noi Ho ancora Quella strana voglia di Sentirmi sola Senza di noi Ma non da ora Se non altro per vederti Andar via ancora E se mai Cercassi te Sarebbe per paura E la paura è sempre quella A vincere E tu non puoi Far finta che Niente sia cambiato Dopo il cuore che ho strappato Via da te Ma senza di noi Ho ancora Quella strana voglia di Sentirmi sola Senza di noi Ma non da ora Se non altro per vederti Andar via ancora Senza di noi Ho ancora Quella smania di fuggire via da sola Ma senza di noi Chi vola? Sono solo ali e piume E nient’altro ancora Certo Che non ha prezzo il tempo Passato insieme a spasso Tra questo mondo e un altro Per trovare l’universo Adatto al nostro spazio Ogni giorno più stretto Per contenere i sogni Tutti dentro a un cassetto Ed ecco perchè scappo Ora ricordo e scappo Ho solo tanta voglia Di sentirmi viva adesso Ma senza di noi Ho ancora Quella strana voglia di Sentirmi sola Senza di noi Non ora Se non altro per vedermi Andar via ancora Certo Che non ha prezzo il tempo Passato insieme a spasso Tra questo mondo e un altro Per trovare l’universo Adatto al nostro spazio Ogni giorno più stretto Per contenere i sogni Tutti dentro a un cassetto Ed ecco perchè scappo Ora ricordo e scappo Certo Che non ha prezzo il tempo Tu restami un po’ addosso.