Magazzino 18 di Simone Cristicchi confermato su Raiuno con speciale di Porta a Porta

Magazzino 18 di Simone Cristicchi confermato su Raiuno con speciale di Porta a Porta

Magazzino 18, lo show sulle foibe di Simone Cristicchi, alla fine andrà in onda su Raiuno il prossimo 10 febbraio

    Foto_cris

    Magazzino 18 alla fine andrà in onda: lo spettacolo di Simone Cristicchi verrà trasmesso da Raiuno lunedì 10 febbraio, e sarà accompagnato da uno speciale di Porta a Porta di Bruno Vespa. Dopo le proteste dei giorni passati, quindi, lo show del cantante di Ti regalerò una rosa, composto da monologhi e musica, sarà proposto dalla rete diretta da Giancarlo Leone.

    Il 24 gennaio la pagina Facebook ufficiale di Cristicchi aveva dato il via a una petizione affinché la Rai non eliminasse dal palinsesto Magazzino 18.

    Le polemiche che ne sono seguite, evidentemente, hanno avuto effetto. La pièce scritta da Simone Cristicchi con la collaborazione di Jan Bernas, con la regia di Antonio Calenda, approderà dunque sul piccolo schermo dopo avere girato l’Italia nei teatri.

    Lo show musical-civile, come è stato definito dallo stesso cantante, si propone di mettere in scena il dramma dell’esodo giuliano-dalmata mediante gli oggetti di chi fu costretto, ai tempi, ad abbandonare la propria casa: tali oggetti sono ancora oggi conservati al Porto Vecchio di Trieste, al magazzino 18.

    Come riportato dal Giornale, “la Rai conferma che la serata è sempre stata in programma e si terrà il 10 febbraio in accoppiata con un’anteprima di Porta a Porta“. Fine delle polemiche?

    Aggiornamento del 29 gennaio 2014 a cura di Simone Morano

    Magazzino 18 su Rai1, è polemica: sospeso show su foibe di Simone Cristicchi

    Lo show sulle foibe, inizialmente previsto per lunedì 10 febbraio su Rai1, potrebbe non andare in onda, smuovendo animi televisivi (e politici) non di poco conto, per quella che, al momento, appare una scelta ingiustificata.

    Ad annunciarlo su Facebook è il cantautore Simone Cristicchi che, insieme a Jan Bernas, ha inventato Magazzino 18, lo show che racconta il dramma delle foibe, in giro nei teatri d’Italia, e pronto ad approdare in tv, in seconda serata, per la Giornata del Ricordo:

    «Magazzino 18 per il Giorno del Ricordo su Rai1? La Rai ci ripensa. (…) Purtroppo dopo averlo annunciato in via ufficiosa qualche settimana fa, la messa in onda su Rai1 dello spettacolo ‘Magazzino 18′ non è stata al momento confermata».

    Simone Cristicchi ricostruisce anche quanto sarebbe avvenuto; inizialmente lo spettacolo teatrale sarebbe dovuto approdare in seconda serata sulla prima rete del servizio pubblico mentre, al momento, pare sia stato sospeso dalla programmazione di Rai1, suscitando non poche polemiche:

    «Sembra infatti – scrive il cantante sul profilo ufficiale di Magazzino 18 – che ci sia stato un dietro front per lasciare spazio ad un’altra trasmissione. Ubi maior! Questo è tutto quello che so e che mi è stato detto.

    Mi dispiace per tutte quelle persone che non avendo lo spettacolo nella propria città, aspettavano il 10 febbraio per poterlo vedere in tv, anche se in seconda serata (…)».

    In effetti le polemiche hanno avuto strascichi anche al di fuori del teatro e della scatola mediatica, ‘producendo’ diverse interrogazioni parlamentari, avanzate dagli esponenti di Forza Italia, Renato Brunetta e Maurizio Gasbarri, in virtù anche delle polemiche che l’Anpi ha rivolto al cantante, accusato di “manipolare” i testi teatrali dello spettacolo. Associazione che poi ha rivolto le scuse agli Istriani, dopo il polverone alzato.

    «Un musical civile – si legge nell’interrogazione parlamentare di Renato Brunettache con un unanime successo di critica e di pubblico ha rappresentato l’esodo e gli altri drammi che hanno colpito gli Italiani di Istria e Dalmazia alla fine del secondo conflitto mondiale.

    Si tratta di fatti - si legge nell’interrogazione parlamentare di Forza Italia – che per oltre mezzo secolo sono stati coperti da un colpevole oblio da parte delle Istituzioni e uno dei fini della legge che ha istituito la Giornata del Ricordo è proprio quello di ‘sostenere le iniziative per diffondere la conoscenza di quegli eventi’».

    A questa interrogazione, si è aggiunta quella di Maurizio Gasbarri, sempre di Forza Italia che, stando a quanto riporta Il Giornale, sottolinea come «dello spettacolo non ci sia più traccia su Rai1», al momento sembra «sia stato spostato su Rai5»; qualora fossero confermati i suddetti scenari, per Gasbarri si tratterebbe di una decisione «sconcertante».

    Al momento non è dato conoscere la posizione della Rai sulla questione, mentre è certo che verrà trasmessa una puntata speciale di Nautilus, su Rai Scuola, il prossimo martedì 28 gennaio; andrà in onda dalle 11.30 alle 12.00 con varie repliche in programmazione, sul canale 146 del digitale terrestre.

    Insomma la Rai ancora una volta nel ciclone della polemica italiana. Ennesimo periodo, pieno zeppo di querelle di dubbio gusto: prima il ribaltone mediatico tra Bruno Vespa e Pippo Baudo, poi la lite a distanza (ravvicinata) tra Paola Ferrari e Le Iene e, ora, un tema su cui sarebbe meglio non polemizzare affatto.

    Se il problema dovessero essere gli ascolti, ma non crediamo sia questo, che problema c’è se in onda è andato anche Mission? Insomma, il mondo che il mondo non vuole vedere…

    1076