Made in Sud, Gigi D’Alessio lascia la conduzione: ‘Non posso essere accusato del flop’

Nonostante la notizia girasse in rete da alcuni mesi, è giunta recentemente la conferma: Gigi D'Alessio non farà più Made in Sud. Colpa del flop? Probabilmente si, nonostante il cantante partenopeo non voglia assumersi le responsabilità per via dei pochi minuti di presenza in scena rispetto alle tre ore di messa in onda. Gigi D'Alessio è stato chiamato dalla Rai per risollevare il varietà in declino già dall'anno precedente, trovando carta bianca ed una squadra già fatta.

da , il

    Made in Sud, Gigi D’Alessio lascia la conduzione: ‘Non posso essere accusato del flop’

    Gigi D’Alessio lascia la conduzione di Made in Sud dopo un’edizione piuttosto turbolenta: il format di varietà in onda su Rai 2 ha, infatti, riscontrato un basso numero di ascolti rispetto alle seguitissime stagioni precedenti. Sarà colpa del cantante? In sua difesa D’Alessio aveva affermato un mese fa che non poteva essere accusato di flop in quanto la sua presenza in ogni puntata di Made in Sud sarebbe stata di soli 10 minuti contro le tre ore di programma. Inoltre, il cantante punta il dito verso la dura contro programmazione che li ha ostacolati.

    Che Gigi D’Alessio non avrebbe più condotto Made in Sud riecheggiava nell’aria già da un paio di mesi: ora si ha la conferma, pervenuta direttamente dal cantante napoletano in una conferenza stampa tenuta a Roma lunedì 12 giugno 2017, e riportata sul web dal portale Blogo. Gigi D’Alessio non è riuscito a portare all’apice del successo il cabaret di Rai 2, già in declino dall’anno precedente. Presto, però, tornerà in scena con nuovi progetti.

    Gigi D’Alessio lascia Made in Sud: le dichiarazioni del cantante

    Nel corso della conferenza stampa di lunedì 12 giugno 2017, Gigi D’Alessio ha confermato le proprie dimissioni da Made in Sud, il programma di Rai 2 di cui è stato ospite per ben due volte nell’edizione precedente e di cui ha preso definitivamente le redini nel 2017. La stagione si è conclusa con dati, purtroppo, poco soddisfacenti, ma il cantante partenopeo non vuole assumersene le responsabilità, come dichiarato un mese fa a Radio Marte: ‘Non posso essere accusato di un flop io che faccio 10 minuti in un programma di tre ore. E poi io non credo sia un flop, basti pensare alla contro programmazione fortissima che abbiamo avuto’.

    Inoltre, D’Alessio aveva raccontato di esser stato chiamato dalla Rai sull’orlo della chiusura del programma, a squadra già fatta: ‘Io onestamente dissi non sono comico o presentatore, ho detto che avrei potuto solo cantare e invitare degli ospiti e cercare di diversificare. Mi hanno dato carta bianca, ma io sono un semplice marinaio che si è aggiunto alla ciurma’.

    Gigi D’Alessio in conferenza stampa: ‘Made in Sud? Non me la sento’

    Giunti alla fine del programma e alla fine dell’intera stagione televisiva, Gigi D’Alessio ha parlato in modo chiaro nel corso dell’ultima conferenza stampa di Made in Sud, ammettendo che non se la sarebbe più sentita di continuare: ‘Quando mi sono reso conto che ogni mia canzone rischiava di mandare a casa uno dei comici, non me la sono sentita’. A contribuire alla decisione, anche una squadra già formata. Nel frattempo, il cantante si dichiara pronto a tornare in Tv con qualche nuovo progetto, e a tal proposito spiega: ‘Devo circondarmi di persone che conosco, a Made in Sud c’era una squadra già fatta e 50 comici che lavorano un anno per avere quei tre minuti di visibilità’.

    Intanto, ricordiamo l’appuntamento speciale in prime time di Made in Sud previsto per il 5 luglio 2017 su Rai 2.