Made in Sud 2017, monologo di Gigi D’Alessio: omaggio a Napoli, Pino Daniele e Maradona

A sorpresa il nuovo conduttore dello show comico di RAI 2 difende la 'parte buona' della città partenopea

da , il

    Gigi D'Alessio: 'Made in Sud? Sono solo l'autista di questo pullman'

    Nella prima puntata di Made in Sud 2017, arriva un po’ a sorpresa il monologo di Gigi D’Alessio dedicato alla città di Napoli, ma anche a Pino Daniele e Maradona. Il cantante, che da quest’anno è alla conduzione dello show comico di RAI 2 insieme ad Elisabetta Gregoraci e Fatima Trotta, ha debuttato al timone del programma nella serata di martedì 14 marzo, tra novità nel cast e conferme tra i comici, dovendosela vedere con la ‘dirimpettaia’ Alessia Marcuzzi e il reality show di Canale 5 L’Isola dei Famosi.

    Nel monologo su Napoli recitato a Made in Sud 2017, Gigi D’Alessio ha incuriosito i telespettatori di RAI 2 grazie alla sua capacità di raccontare la città partenopea con semplicità, riuscendo a cogliere l’attenzione del pubblico facendolo anche riflettere su temi di stretta attualità.

    Vari, infatti, sono stati i punti salienti affrontati da Gigi D’Alessio nel suo monologo, come ad esempio l’omaggio fatto dal cantante – reduce dal Festival di Sanremo non senza polemiche – ai grandi artisti che hanno segnato la pagina storica e culturale della città partenopea:

    1 gigi d'alessio a made in sud 2017

    ‘Ho la fortuna di essere napoletano – ha detto D’Alessio in TV – perché sono nato nella stessa città di Eduardo De Filippo, di Totò, di Caruso, di Pino Daniele…e pure Bud Spencer era napoletano. E devo dire che come menava lui, non menava nisciuno’.

    Il cantante ha poi difeso la città da chi si ostina a raccontarne solo la metà più ‘scomoda’: ‘A Napoli – ha aggiunto D’Alessio – c’è una parte buona che fatica, ogni giorno, per distinguersi da quella cattiva. E’ più difficile essere buoni a Napoli che essere buoni in Svizzera. A essere buoni in Svizzera son capaci tutti, pure gli Svizzeri’.

    Poi, nel monologo decantato a Made in Sud 2017 Gigi D’Alessio ha anche dedicato un pensiero a Maradona, infatti il cantante ha detto: ‘Se in tutto il mondo i bambini hanno sognato con Batman, L’Uomo Ragno, Superman, eroi di fantasia, quando sono stato ragazzino io ho sognato con un supereroe argentino, che non aveva né il mantello né la spada, ma aveva una maglia azzurra col numero 10 e la fantasia ce l’aveva nella testa e nei piedi’.

    Infine, una sottolineatura dello stesso D’Alessio, che ha dimostrato ancora una volta di difendere l’amore che prova per la propria città di origine e, questo, anche o forse soprattutto in TV:

    ‘Napoli – ha concluso D’Alessio – è una città che tutti i giorni si bacia col mare, perché abbiamo sempre dimostrato accoglienza e tolleranza. E a quelli che ci denigrano facendo il tifo per il Vesuvio, io chiedo ‘ma quando lo dite, veramente ci credete?’. Io non sono napoletano, non l’ho scelto, ma si turnasse a nascere, vulesse nascere napulitano’.