Mad Men, la quinta stagione (video) parlerà di redenzione e cambiamento? L’intervista a Matthew Weiner e Jon Hamm

Mad Men, la quinta stagione (video) parlerà di redenzione e cambiamento? L’intervista a Matthew Weiner e Jon Hamm

La quinta stagione di Mad Men Mad Men debutterà il 25 marzo con una premiere da due ore, ma cosa ci aspetta dallo show? Ce ne parlano Jon Hamm e Matthew Weiner

    La quinta stagione di Mad Men Mad Men debutterà il 25 marzo con una premiere da due ore, ma cosa ci aspetta dallo show? In diverse interviste, il creatore Matthew Weiner e Jon Hamm, il protagonista, anticipano qualcosina sul futuro della serie; vi proponiamo i punti principali dopo il satlo, come sempre… fate attenzione agli spoiler sgraditi.

    Dopo il finale della quarta stagione e i diciotto mesi di astinenza, Mad Men tornerà con una premiere speciale da due ore intitolata ‘A little kiss’, che non sarà un episodio doppio, ma piuttosto un unico mega episodio: ‘Quando ho cominciato a scrivere – rivela il creatore Matthew Weinersentivo che c’erano un sacco di storie, che potevo tagliare o con cui fare un film: il mio team mi ha aiutato moltissimo, il network era entusiasto dello script, e allora mi sono detto ok, diamo ai fan di Mad Men una sorta di film con cui cominciare la stagione’.

    ‘A little kiss’, secondo molti, potrebbe essere un riferimento ad un bacio con Don Draper (Jon Hamm) si scambierà con Megan Calvet (Jessica Paré), la segretaria cui Don ha proposto di sposarlo, o forse con la sua ex moglie Betty (January Jones): ‘Chi vi assicura – la domanda del creatore, che dice di aver scelto un titolo che stuzzicasse l’interesse dei fan – che Megan farà parte della vita di Don? Magari è tornato con Betty, una delle mie scene preferite del season finale della scorsa stagione è quando Betty si offre di nuovo a Don – e poi diciamolo, i due stanno benissimo insieme’.

    In merito, Jon Hamm ha invece rivelato che la proposta potrebbe essere stata dettata dalla morte di Ann Draper (Melinda Page Hamilton, la moglie del vero Don Draper): ‘La morte di Anna è stata un terremoto per Don, e potrebbe essere una delle ragioni che lo hanno portato alla proposta. Non a caso – ha detto l’attore – Don ha dato a Megan l’anello di Anna, cosa che non ha fatto con Betty’.

    Una relazione che invece non vedremo è quella di Don e Peggy Olson (Elisabeth Moss), ‘Don pensa che il loro rapporto sia speciale, ma non c’è niente di romantico, Don rispetta il senso di Peggy per gli affari. Non è un caso che Mad Men cominci con il primo giorno di lavoro di Peggy, lei è il personaggio attraverso cui vediamo lo show, e Don riconosce in Peggy l’ambizione e il desiderio di diventare qualcun altro, da uomo che tra genio e inganno è riuscito dal niente ad elevarsi, apprezza l’ambizione di lei’.

    Ma di cosa parlerà la quinta stagione di Mad Men? Secondo quanto rivelato dal creatore [che ha rifiutato di svelare quanto tempo sia passato dall’ultimo episodio], il tema principale sarà il cambiamento, ma anche il fatto ‘ogni uomo è da solo’: ‘Sono emersi un paio di temi – ha spiegato il creatore Matthew Weiner – uno di questi è che ogni uomo è da solo, e c’è una battuta in uno dei dialoghi del terzo episodio in cui qualcuno si chiede quando le cose torneranno normali’. (Continua dopo il video)

    Weiner ha spiegato che nella quinta stagione i personaggi ‘avranno la sensazione di essere nel bel mezzo di un cambiamento: mi piace la sensazione di essere in cima, di avere qualche speranza, e poi tutto cambia e le cose sfuggono di mano. C’è una sensazione, che penso le persone abbiano in questo momento (io so che ce l’ho) che sia in atto un grande cambiamento: io scrivo quello che sento, ed ho questo sentimento che mi dice di tornare con i piedi per terra.

    Non so se sia anche la sensazione di qualcun altro – ha concluso il creatore – ma una grande parte della stagione sarà incentrata su questo’.

    Hamm ha invece rivelato che un altro tema della quinta stagione potrebbe essere la redenzione, ‘tutta la quarta stagione – ha detto – è servita a spezzare quest’uomo, strappato dalla famiglia, dai suoi figli, dalla sua casa, cosa che lo ha fatto dedicare molto all’alcool e alle sigarette. Penso che la redenzione è una cosa da mettere in conto, lui che tenta di riparare le relazioni che ha rotto e sperabilmente trovare così un po’ di pace e felicità’.

    La quinta stagione di Mad Men analizzerà il rapporto di Don Draper con Joan Harris (Christina Hendricks), aggiungendo (scherzando) che forse i due hanno avuto una relazione amorosa (‘Chi vi dice – ha risposto ad una domanda sul tema – che non siano stati insieme?’): ‘La relazione tra Don e Joan è qualcosa che volevamo esplorare – ha spiegato l’attore – e non prendetela nel modo sbagliato, ma lo faremo nel prosieguo dello show: lavorano insieme da molto tempo, si conoscono molto bene… diciamo così’.

    Hamm si è definito anche frustrato dalla pausa di un anno e mezzo, sottolineando comunque come le trattative siano parte del business, ‘ma mi sarebbe piaciuto se fin dall’inizio fossimo stati rinnovati per sette stagioni: capisco la frustrazione dei fan, quando I Soprano rimasero in sospeso per un anno e mezzo andavo in giro dicendo cavolo, e fate questo show’.

    L’attore ha infine confessato di sentire qualche affinità con Don Draper, per quanto non sia simile al personaggio che interpreta: ‘Don è un personaggio magnifico, ricco e profondo, ma è un personaggio, non è me e io sono lieto di non essere lui, sarebbe stancante’, ha detto Hamm, che ha definito il suo personaggio come una persona che ha fatto cose criticabili, ‘ma mi fido di Matt e so che sta facendo fare tutte queste cose a Don per una ragione. Ciò non toglie – ha concluso l’attore – che alla fine della fiera Don sia un codardo, che scappa quando si presentano delle difficoltà’.

    1057