Mad Men 7, il finale spiegato da Matthew Weiner: come si è conclusa la serie AMC

Mad Men 7, il finale spiegato da Matthew Weiner: come si è conclusa la serie AMC

Mad Men 7, il finale spiegato da Matthew Weiner: ecco come si è conclusa la serie AMC e le avventure di Don Draper

da in AMC, Mad Men, Serie Tv, Serie TV Americane
Ultimo aggiornamento:

    Mad Men 7, il finale spiegato da Matthew Weiner. Domenica scorsa è andata in onda su AMC l’ultima puntata della serie tv con protagonista Don Draper/Jon Hamm, e a qualche giorno dai ‘fatti’, il creatore della serie ha espresso alcune considerazioni e fatto sapere il perché di certe scelte. Amatissima dalla critica – 15 Emmy Awards e quattro Golden Globes vinti in otto anni – Mad Men ha diviso i fan e i critici, con un finale ‘spiazzante’ che non solo ha contrastato con il tono generale dello show, ma anche fornito (in retrospettiva) poca chiusura. Curiosi di saperne di più? Gli spoiler dopo il salto.

    Mad Men 7, il finale spiegato da Matthew Weiner. Ma parliamo prima di come si è conclusa la serie: molto brevemente, Roger Sterling si sposa con Marie Calvet, la madre di Megan Draper, trasferendosi a Parigi non prima di aver sistemato il figlio avuto con Joan. Quest’ultima si licenzia dalla McCann Erickson e decide di fondare una sua società di produzione pubblicitaria, chiedendo a Peggy – che rifiuta e fa carriera alla McCann, trovando anche l’amore con Stan – di diventare sua socia; sempre Joan molla Richard che le chiede di diventare una casalinga, mentre Pete passa alla LearJet e si riconcilia con la moglie, Betty muore di tumore ai polmoni e cerca di riconciliarsi con la figlia Sally e con Don.

    Proprio quest’ultimo ha il finale più sorprendente: non solo lo vediamo in jeans (un’idea della designer Janie Bryant), ma il nostro – dopo aver girovagato tutti gli Stati Uniti alla ricerca di Diana – finisce in un ritiro per hippie e concepisce la pubblicità più famosa di sempre, Hilltop della Coca Cola, che è stata veramente creata dalla McCann-Erickson (l’agenzia per cui lavorava il protagonista), ma da un pubblicitario di nome Bill Backer.

    Weiner ha spiegato questa scelta parlando dello spot migliore in assoluto, per lui: ‘L’idea che uno stato di pace abbia potuto creare un qualcosa di così puro era un’idea molto attraente per chiudere la serie: per me è la miglior pubblicità mai fatta, e viene da uno stato mentale molto buono‘, ha detto lo sceneggiatore durante un incontro alla New York Public Library.

    Anche se alcuni hanno criticato l’idea di un finale aperto in cui tutti i personaggi sono protesi verso il futuro, l’autore si è detto soddisfatto di come il finale di Mad Men è stato ricevuto – non che si potesse cambiare: la serie ha chiuso la produzione a ottobre – e ricordato che a Don paicciono gli estranei e gli piace sedurli (che poi è lo spirito della pubblicità), anche se quando poi gli estranei conoscono lui, questa cosa non gli piace (ed è per questo che ha sposato Megan e non Faye).

    Per quanto riguarda la scelta narrativa di separare Don dagli altri protagonisti, Weiner ha spiegato che gli piaceva l’idea di fare una sorta di puntata de Il fuggitivo; tra le altre curiosità, Joan doveva originariamente abortire (ma le successive discussioni gli hanno fatto cambiare idea, e che gli piace l’immagine ‘femminista’ di Joan) e la conclusione felice della storia tra Stan e Peggy è stata una sorpresa (di cui gli altri hanno dovuto provare la validità) anche per lui.

    553

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AMCMad MenSerie TvSerie TV Americane Ultimo aggiornamento: Giovedì 21/05/2015 13:51
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI