Lutto nel calcio: muore Piermario Morosini per arresto cardiaco, gli altri casi [FOTO + VIDEO]

Lutto nel calcio: muore Piermario Morosini per arresto cardiaco, gli altri casi [FOTO + VIDEO]

È morto Piermario Morosini, calciatore del Livorno, durante il match contro il Pescara

da in Attualità, Sport
Ultimo aggiornamento:


    Piermario Morosini aveva 25 anni ed è morto mentre faceva la cosa che amava di più: giocare a calcio. Ieri durante Pescara – Livorno il bergamasco si è accasciato e ha avuto un arresto cardiaco, per lui a nulla sono valsi i soccorsi (arrivati in ritardo perché l’ambulanza a quanto pare era stata bloccata da un’auto dei Vigili Urbani) il ragazzo è deceduto all’ospedale della città abruzzese. Il match è stato sospeso sul risultato di 0-2 per il Livorno e per oggi sono stati sospesi i campionati di Serie A e di Serie B, un minuto di silenzio sugli altri campi di calcio. La salma del bergamasco è tornata a Livorno, accolta dalla curva della squadra e dalla sua Anna, che dopo averlo visto nell’obitorio, ha detto: ‘Sembrava sorridesse, era bellissimo‘. La morte di Morosini ha sconvolto i palinsesti di Rai 2 Quelli che il calcio non è andato in onda al suo posto un ricordo della redazione di RaiSport dedicata al bergamasco.

    La tragedia dell’Adriatico avviene dopo qualche settimana della morte del pallavolista Vigor Bovolenta (nella giornata di ieri si è spenta anche la giocatrice 27enne Veronica Gomez Carabali) e delle drammatiche immagini dell’attacco cardiaco che ha colpito Fabrice Muamba. La morte di Morosini ha portato nello sconforto il mondo del calcio, uno dei ricordi più commossi è quello del suo procuratore, Ernesto Randazzo: ‘Piermario era un giovane uomo che aveva sofferto e che chiedeva sempre a bassa voce se poteva avere un attimo di felicità, ma è evidente che sabato la risposta è stata no‘. Le sofferenze a cui si riferisce sono la scomparsa dei suoi genitori e di un fratello disabile che si è suicidato. È rimasta da sola la sorella di Morosini, la prima società del bergamasco, l’Udinese, si occuperà di lei. Randazzo ha confermato che Morosini non aveva problemi fisici. Ecco il video di quei drammatici momenti:

    Il sindaco di Pescara, Luigi Albore Mascia, è, invece intervenuto sulla macchina dei vigili urbani che ha ostruito l’ingresso dell’ambulanza nello stadio Adriatico, tanto che sono stati gli stessi giocatori a dover portare sul campo la barella: ‘Il fatto di per sé è un comportamento sicuramente censurabile, una superficialità inaccettabile. Altro, però, è dire che i soccorsi sono arrivati in ritardo per questo‘. Sul fatto è stata comunque aperta un’indagine interna anche se il sindaco ha chiarito che la persona che ha parcheggiato l’auto fuori dallo stadio era in stato di choc: ‘Sono pronto ad ascoltare e ad adottare le opportune determinazioni disciplinari. L’ambulanza era solo un mezzo di trasporto. In campo c’erano tre defibrillatori, i sanitari, e i soccorsi, in questi casi, si fanno a bordo campo.

    Tra l’altro l’ambulanza è rimasta lì altri dieci minuti, mentre le operazioni di soccorso continuavano sul posto‘.
    Le immagini choc dei soccorsi a bordo campo hanno fatto il giro del mondo, noi ve le proponiamo, ma vi diciamo che sono molto forti.
    Queste drammatiche foto ci hanno riportato agli altri casi, ad altre morti di calciatori avvenute sul campo e no, vi riproponiamo quei tristi momenti:

    Marc-Vivien Foé muore durante un match valido per la Fifa Confederation Cup nel 2003. Aveva 28 anni.

    Antonio Puerta si accascia durante una partita del Siviglia, morirà qualche ora più tardi. Aveva 22 anni.

    Miklos Fehler, ungherese morto durante un match del Benfica. Aveva 24 anni.

    Daniel Jarque, capitano dell’Espanyol muore in ritiro in Italia per un infarto. Aveva 26 anni.

    L’infarto in diretta di Patrice Muamba, il ragazzo ce l’ha fatta ed è ancora in vita.

    676

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàSport