Lucy Liu in Dirty Sexy Money, David Arquette in Pushing Daisies, brutte notizie per lo spinoff di The Office

Lucy Liu in Dirty Sexy Money, David Arquette in Pushing Daisies, brutte notizie per lo spinoff di The Office

Cashmere Mafia è stato cancellato, ma la ABC non vuole farsi sfuggire un talento come Lucy Liu e così, come scrivevamo tempo fa, ha ufficializzato l’ingresso dell’attrice in Dirty Sexy Money

    lucy liu

    Cashmere Mafia è stato cancellato, ma la ABC non vuole farsi sfuggire un talento come Lucy Liu e così, come scrivevamo tempo fa, ha ufficializzato l’ingresso dell’attrice in Dirty Sexy Money.

    Relativamente pochi i dettagli sul suo personaggio, che si chiamerà Nola Lyons e sarà un avvocato che avrà a che fare con Peter Krause/Nick George: la Liu, che si è detta “innamorata della serie sin dal pilot”, apparirà in DSM come regular.

    Dopo sua moglie Courtney che sarà al Sacro Cuore come primario, anche David Arquette (ri)apparirà in una serie tv: dopo la comparsata dell’anno scorso nella comedy dell’ABC, In Case of Emergency, rivedremo l’attore nel quarto episodio di Pushing Daisies, intitilato “Freshcorts”. Secondo il creatore della serie, Bryan Fuller, “mentre indaga su un omicidio, Ned incontra Randy Mann, un uomo con dei segreti e con un talento speciale, cosa che legherà l’uno all’altro“. L’ex Prison Break Rockmond Dunbar, invece, apparirà invece in The L Word, nel ruolo di una drag queen con una cotta pazzesca per Pam Grier.

    Chiudiamo, infine, con due piccoli gialli in casa NBC: partiamo da Kath e Kim, che dopo il pilot ha ricevuto un via libera per 13 episodi: ebbene, il regista Paul Feig ha lasciato il set della serie comedy, incentrata su una famiglia madre/figlia alquanto disfunzionale, e così alcune scene sono state rigirate.

    Secondo Ben Silverman, “non volevamo che lo stile definisse la serie, ma che questa si definisse da sola così come i suoi personaggi. Le due attrici hanno buona alchimia, ed è la commedia più divertente tra quelle che ho visto ancora in fase di sviluppo”.

    Problemi, pare, anche per The Office, il cui spinoff è stato rimandato a data da destinarsi: Greg Daniels, produttore esecutivo della serie, ha infatti spiegato di star creando una serie totalmente differente, costruita su Amy Poehler del Saturday Night Liver. La rete non ha commentato, ma uno degli insider vicini al progetto ha dichiarato ad Ausiello che se “The Office 2.0″ non è ufficialmente morto, “di sicuro non è neanche tanto vivo”.

    553