Luciana Littizzetto e la letterina a Sanremo 2013

Luciana Littizzetto e la letterina a Sanremo 2013

Nella prima serata di Sanremo 2013 Luciana Littizzetto ha letto una letterina dai contenuti singolari

    Luciana Littizzetto lettera Sanremo

    Debutto scoppiettante a Sanremo 2013 per Luciana Littizzetto. Un’esilarante letterina rivolta all’inesistente Santo, ‘protettore di Casinò e fiori’ è il clou del suo primo intervento sul palco dell’Ariston al fianco di Fabio Fazio. Scanzonata ed ironica come sempre, la comica torinese ha fatto il suo ingresso su una carrozza come una principessa moderna il cui cocchiere era ‘un esodato della Fornero’ e gli accompagnatori ‘due tronisti di Uomini e Donne’.

    Pesantemente limitata dalla par condicio nei suoi monologhi, Lucianina trova il modo di rispettare il suo stile incentrando la sua letterina proprio sulla famigerata legge imposta ai media prima delle elezioni. Ecco perché, ipotizzando l’elenco dei politici meno arguti in Italia è perfettamente immaginabile l’immediata chiusura della kermesse. Dopo aver salutato il sindaco di Sanremo, presto omaggiato con un busto di gesso per l’assenza di indagini e condanne a suo carico, Lucianina dà il via al suo intervento con Fabio Fazio a fare da contraltare alla sua inarrestabile verve comica. Stavolta consapevole della solennità dell’occasione, Lucianina scongiura gaffes come le rime ai cognomi dei big Gualazzi e Galiazzo. Ma il vero ringraziamento in tempi di par condicio è l’esclusione Samuele Bersani, il cui cognome avrebbe potuto rendere indispensabile il reclutamento di Samuele Monti e Samuele Berlusconi.

    Meglio, dunque, usare dei sinonimi e convertire Maroni in beige e Casini in puttanaio.

    Par condicio a parte, l’altro importante auspicio della Litti è quello di evitare ulteriori eventi clou in concomitanza con il Festival dopo le dimissioni di papa Ratzinger, la neve e le solite polemiche politiche. Se proprio deve verificarsi un evento distruttivo ed epocale, Lucianina ha una speranza in serbo: ‘Che l’asteroide che colpirà la terra il 15 febbraio realizzi il proprio impatto solo dopo che ha cantato Al Bano ‘perché si sa lui si offende‘. Un pout-pourri di battute e speranze per la conduttrice debuttante a Sanremo che chiude con un sorprendente augurio: resistere a pronunciare una misteriosa parola.

    377

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI