Luciana Littizzetto a Che Tempo che Fa del 12/2/2012 (video): Monti e Obama, i Ringo Boys

L'intervento di Luciana Littizzetto a Che Tempo che Fa di domenica 12 febbraio 2012

da , il

    Luciana Littizzetto parte dal freddo pungente che congela tubi e blocca caldaie per arrivare al clima ‘rovente’ in Parlamento sul decreto Svuota-Carceri passato con la fiducia al Governo per l’intervento conclusivo della puntata domenicale di Che Tempo che Fa del 12 febbraio 2012: nessun accenno all’imminente Sanremo, che di certo dominerà la prossima settimana, a kermesse terminata, ma spazio all’attualità politica nazionale e internazionale. In realtà il tempo non è stato moltissimo: l’intervista ad Angelino Alfano è durata un po’ più del previsto e la Littizzetto ‘ironizza’: ‘Ma Angelino non ce li ha gli amici? Non ha un Cicchitto che lo porta fuori la sera? Ormai è sempre qua!‘.c

    Meno lungo (e intenso) del solito l’intervento di Luciana Littizzetto a Che Tempo che Fa: il poco tempo a disposizione evidentemente non l’aiuta e così l’effetto finale è un po’ piatto. Si passa dagli effetti del freddo (dalle tubature ghiacciate alla difficoltà di reperire un tecnico per la propria caldaia), con annesso rischio del taglio delle forniture di gas dalla Russia (‘Ma che fa Putin? Lo usa tutto per riscaldare la sua dacia e la sua collezione di Jolande?‘), alle incaute dichiarazioni di Mario Monti sul posto fisso: ‘Ha ragione Monti. il posto fisso è monotono e tu (rivolto a Fazio, n.d.r.) sei l’esempio che il posto fisso fa l’uomo fesso‘ dice Lucianina giusto per ‘bastonare’ Fazio. Poi, però, si rivolge al premier: ‘Monti, volevo dirti che il posto fisso non c’è più da tanto tempo, forse c’era quando Napisan mangiava gli omogeneizzati. E’ per questo è che la Fornero e la Camusso si incontrano spessissimo, ormai sembrano due suocere che organizzano un matrimonio, per risolvere la questione. Se proprio un posto fisso dateci un posto con le rotelle…‘, suggerisce con poca convinzione, però, la comica piemontese.

    Accenno anche all’incontro tra Barack Obama e Mario Monti (‘Sembravano i Ringo Boys‘) e soprattutto sul bailamme scoppiato in Parlamento per l’approvazione del decreto Svuota-Carceri, con la Littizzetto che suggerisce ai ministri Severino e Giarda (ancora oggetto di una serie di facili battute sulle sue orecchie) di spiegare bene in cosa consiste. Le proteste della Lega non hanno fatto capire chiaramente quale sia la ratio e la struttura della legge: se il Governo ha un po’ di pazienza, può aspettare che Bruno Vespa torni in onda dopo la pausa sanremese.