Luca Zingaretti interpreterà Adriano Olivetti in una fiction dedicata allo ‘Steve Jobs italiano’

Luca Zingaretti interpreterà Adriano Olivetti in una fiction dedicata allo ‘Steve Jobs italiano’

Luca Zingaretti interpreterà Adriano Olivetti, l'imprenditore illuminato scomparso nel 1960

da in Fiction italiane, Luca Barbareschi, Luca Zingaretti
Ultimo aggiornamento:

    Festival Internazionale del film di Roma   Photocall ''La Kriptonite nella Borsa''

    Dopo aver interpretato Paolo Borsellino ed essersi fatto amare nei panni di Salvo Montalbano, un nuovo ruolo per Luca Zingaretti: l’attore romano presto darà vita sullo schermo ad Adriano Olivetti, in una miniserie ancora in fase di definizione. La miniserie sarà prodotto da Casanova Multimedia, la casa di Luca Barbareschi, e andrà in onda (molto probabilmente) sulla Rai. Zingaretti interpreterà una delle figure più importanti del Novecento italiano, definito da Barbareschi lo ‘Steve Jobs italiano‘.

    Luca Barbareschi ha parlato del progetto durante la conferenza stampa di presentazione dell’Olimpiade nascosta, la fiction dedicata ai Giochi organizzati dentro i campi di concentramento vista ieri sera da più di 5 milioni di telespettatori. Ecco cosa ha detto di Adriano Olivetti: ‘È stato un vero illuminato, oltre che uomo dotato di grande ironia che per primo intuì dove stavamo andando: molte le sue affinità con Steve Jobs. Se la classe dirigente di allora non fosse stata così miope e avesse creduto e investito di più sui suoi progetti oggi, l’Italia sarebbe all’avanguardia nel settore dell’informatica. A interpretarlo sarà un attore di altissimo livello, Luca Zingaretti‘. La frase è stata riportata dal Messaggero ed è tutto quello che si sa sul progetto della Casanova.

    L’imprenditore illuminato Adriano Olivetti morì il 27 febbraio del 1960 mentre era a bordo del treno Milano-Losanna, aveva solo 59 anni. Figlio di Camillo, il patron dell’Olivetti, aveva appena dato alle stampe il suo libro Città dell’uomo collegato al movimento da lui stesso fondato Comunità, dedicato al mondo delle fabbriche, all’urbanistica e ai problemi del Sud Italia.

    La morte di Adriano Olivetti coincise con il momento di massimo successo per la fabbrica di Ivrea (città della quale fu anche sindaco). L’azienda era presente in tutti i mercati internazionali e vantava ben 36mila dipendenti, molti dei quali all’estero. A Olivetti è stato dedicato un monologo teatrale scritto da Roberto Scarpa ed è stato per metà Novecento il simbolo stesso dell’industria italiana. In conclusione di conferenza stampa, come riporta il quotidiano romano, Luca Barbareschi ha sottolineato come Nero Wolfe e altre serie prodotte dalla Casablanca stanno riscuotendo un notevole successo anche all’estero, proprio le avventure del detective interpretato da Francesco Pannofino sono state richieste in Europa e in Sudamerica ‘non era mai successo dai tempi della Piovra‘, ha sottolineato il produttore ed ex presentatore tv. Ancora non si conosce con certezza su quale canale potremmo vedere la storia di Adriano Olivetti, ma per la tematica trattata e per lo spessore del personaggio possiamo già scommettere che andrà in onda su Rai 1.

    522

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fiction italianeLuca BarbareschiLuca Zingaretti