Lost, che fine hanno fatto i protagonisti?

A sei mesi dalla fine di Lost, MSN

da , il

    Lost che fine ha fatto il cast

    Che fine hanno fatto i protagonisti di Lost? Sei mesi dopo la messa in onda americana della serie, se lo è chiesto il sito MSN, che ha rintracciato Matthew Fox, Terry O’Quinn, Josh Holloway, Evangeline Lilly, Jorge Garcia, Daniel Dae Kim, Harold Perrineau, Dominic Monaghan, Henry Ian Cusick e Naveen Andrews e Yunjin Kim. Ne mancherebbero tanti altri (Elizabeth Mitchell è in V., ma che fine hanno fatto Rose e Bernard?) ma accontentiamoci di questi.

    Partiamo da Jack Shephard, ad inizio anno Matthew Fox aveva annunciato il suo addio alla televisione, “ho fatto due show che sono durati sei anni – aveva detto – ho già dato abbastanza“; se però siete interessati a rivedere all’opera il bell’attore, sperate che le trattative per apparire in un opera teatrale di Neil LaBute l’anno prossimo (a primavera, in quel di Londra) vadano a buon fine.

    Jin Kwon e Michael Dawson hanno invece continuato la carriera attoriale su piccolo e grande schermo, Daniel Dae Kim è uno dei protagonisti di Hawaii Five-0 (ed al cinema lo vedremo nel 2011 The Killing Game con Samuel L. Jackson), mentre Harold Perrineau apparirà in ‘The Hungry Rabbit Jumps’ – assieme agli altri ‘seriali’ Jennifer Carpenter (“Dexter”) e January Jones (“Mad Men”) – ma anche in Cooler, dark comedy con Jim Parsons (“The Big Bang Theory”), e nel crime drama Transit, assieme a James Caviezel (che tra gli altri è stato protagonista di The Prisoner 2009).

    Di John Locke e Ben Linus abbiamo parlato a più riprese, Terry O’Quinn e Michael Eemerson saranno i protagonisti di “Odd Jobs”, serie cui lavorerà pure JJ Abrams che racconta di due ex spie dedite ad operazioni segrete. Lo show, nei giorni scorsi, è stato acquistato da NBC.

    Anche Henry Ian Cusick (Desmond Hume) vorrebbe tornare in tv per scrollarsi di dosso il personaggio di Desmond: “La gente non pensa che io sia Ian Cusick, pensa che sia Desmond, un’etichetta che vorrei non avere“, ha spiegato l’attore che, per ora, dovrà accontentarsi di un paio di episodi di “Law & Order: Special Victims Unit”.

    Il bel James Sawyer Ford non distribuisce più soprannomi, ma Josh Holloway – deciso ad intraprendere la carriera cinematografica o quella da regista, ma per lui si parlava pure del remake di Rockford Files – il 16 dicembre del 2011 apparirà a fianco di Tom Cruise e Jeremy Renner in Mission Impossibile: Ghost Protocol. L’altro macho della serie, Naveen Andrews (aka Sayid Jarrah) sarà al cinema nel 2011 con il drama ‘Hullo.’

    Kate Austen ha trovato un progetto al cinema che funziona, Evangeline Lilly (poco interessata alla fama quanto piuttosto a progetti interessanti) apparirà in Real Steel assieme ad Hugh Jackman, che interpreterà un ex boxer che si troverà ad allenare…un robot! L’attrice, almeno secondo i gossip, non sarebbe più insieme a Dominic Monaghan (notizia questa che a meno di non esserci perse qualche gossip, è abbastanza datata).

    Hugo Hurley Reyes non mangia invece più i polli fritti di Mr. Clucks, Jorge Garcia è diventato vegetariano e si è dato alle comparsate celebri: apparirà nel pilota di Mr Sunshine e tra pochi episodi lo vedremo in How I Met Your Mother: l’episodio dovrebbe essere quello del Ringraziamento, l’attore sarà un vecchio amico dei protagonisti ed a EW.com, pur spiegando di non poter rivelare molto sulla sua puntata, ha assicurato che “non sarò la mamma“.

    E se Yunjin Kim (Sun Kwon) è stata giurata di un festival cinematografico, Charlie Pace è stato un po’ sfortunato, dopo Lost (da cui è uscito alla terza stagione) Dominic Monaghan ha preso parte a quel fiasco di FlashForward, mentre al cinema lo vedremo al fianco di Christian Slater e Ving Rhames in ‘Soldiers of Fortune’ (in uscita in America a febbraio). L’attore sarà un multimilionario che, come tanti suoi ‘colleghi’, paga per finire al centro di cose pericolose, ed è stato uno dei più ‘critici’ con la sua ex serie, “ho fatto pace con Lost tanto tempo fa, sono morto nella terza stagione e a metà della quarta ero contento di quanto avevo fatto, tornare sul set è stato un bonus anche se non mi sentivo più molto coinvolto nello show“.